Turismo: ecco il portale “Loano Sport Outdoor”

Dopo “Loano Family Friendly”, dalla scorsa settimana è online “Loano Sport Outdoor”, la nuova sezione dedicata al turismo sportivo di Visit Loano, il portale turistico del Comune.

Pubblicità

Tra il 2022 e il 2023 l’amministrazione del sindaco Luca Lettieri ha affidato a un destination manager il compito di studiare l’intero sistema turistico cittadino e, sulla base dei risultati, di elaborare un “Piano Strategico di sviluppo e marketing turistico” che consentisse a Comune, operatori turistici, commerciali, della ristorazione, sportivi e dei servizi di programmare le loro proposte.

I risultati di questi studi sono stati presentati alle categorie economiche in una serie di incontri tenutisi alla fine del 2022. L’obiettivo era ed è trovare soluzioni condivise che consentano di riorganizzare l’offerta e posizionare Loano come destinazione turistica sostenibile, poli-prodotto e al passo con i tempi da oggi al 2026. Si parla di destinazione poli-prodotto, in particolare, in quanto dall’analisi dei dati è emerso che Loano ha caratteristiche tali da renderla una località adatta a quattro tipologie di turismo: per famiglie, per gli amanti dello sport (anche quello più “comodo”) e agli over65. Le quattro “anime” turistiche di Loano, dunque, sono: turismo “family friendly”, turismo sportivo, turismo “silver” e turismo “outdoor-slow”.

Pubblicità

Ad aprile 2023 sono partiti i “lavori” per la costituzione della “Rete di destinazione”, cioè un’aggregazione di operatori del turismo, dello sport e dell’outdoor certificati (in quanto rispettano determinati requisiti) che si impegnano in un percorso di crescita comune per lo sviluppo dei prodotti turistici e per servizi di eccellenza (attività per bambini, spiagge, visite guidate, attività esperienziali e altro) rivolte ai quattro segmenti di domanda identificati, ovvero al turismo familiare, sportivo-outdoor e “silver”. In sostanza, la “Rete di destinazione” serve per organizzare e distinguere Loano e le imprese che si impegnano a cooperare e a proporre un’offerta turistica di qualità, di servizi, alloggio, esperienze, attività adatta alle necessità di diverse tipologie di segmenti, con diverse motivazioni.

La “Rete di destinazione Loano” è uno strumento utile per: organizzare la destinazione in un’ottica turistica unitaria strutturando un’offerta turistica tematizzata, sostenibile e adatta alle esigenze della domanda turistica attuale; valorizzare la destinazione, promuovendo i prodotti specifici identificati con la strategia di prodotto; incrementare i flussi turistici in periodi diversi dalla stagione estiva (primavera e autunno) grazie a prodotti che rispondono a motivazioni diverse (sport, outdoor, benessere); organizzare e gestire una serie di servizi ed attrattive turistiche, anche di tipo esperienziale, in modo continuato, grazie alla presenza di operatori di diversi settori economici.

Contemporaneamente, è iniziata la “ristrutturazione” dei canali e delle strategie di comunicazione e promozione dell’offerta turistica.

Per prima cosa all’interno del portale turistico di Visit Loano sono state previste quattro distinte sezioni che contenessero tutte le informazioni utili a ciascun “tipo” di turista che abitualmente frequenta (o che vuole frequentare) il territorio loanese. La prima sezione ad essere stata elaborata è quella dedicata al turismo “family friendly”: accedendo ad essa, gli utenti possono scoprire gli spazi ed i luoghi dedicati alle famiglie, le strutture ricettive e di ristorazione e le spiagge più adatte a loro, le attività da fare a Loano (e non solo) ed i servizi offerti dalle realtà che hanno aderito alla Rete di Destinazione del turismo familiare. Accanto alla ristrutturazione del portale turistico, l’amministrazione comunale ha dato il via ad una campagna social (su Facebook e Instagram) mirata proprio a promuovere e riqualificare la nuova offerta turistica cittadina.

Un procedimento analogo è stato messo in atto, di recente, per il turismo sportivo: “La nuova sezione appena attivata su Visit Loano – spiegano il sindaco Luca Lettieri e il vice sindaco con delega a turismo, cultura e sport Gianluigi Bocchio – contiene informazioni sulle strutture e sui luoghi dello sport e sulle attività che si possono praticare in città e nel comprensorio; inoltre, sono elencate le strutture ricettive ‘amiche’ degli sportivi e tutti i servizi che offrono. C’è poi una sezione dedicata alla gastronomia ‘sport friendly’ e ai negozi di articoli sportivi. Infine, ampio spazio è dedicato alle associazioni sportive che operano sul territorio, sulla loro offerta ‘open’ e cioè non riservata ai soli soci ma aperta a tutti”.

“Loano, che negli anni ha ottenuto il riconoscimento di ‘Città Europea dello Sport’, è la vera capitale sportiva della provincia di Savona e della Liguria. Dispone di numerosi impianti all’avanguardia e è in grado di ospitare diverse discipline; sul suo territorio sono attive decine di associazioni e ogni anno vi si svolgono moltissime manifestazioni sportive (alcune delle quali di caratura nazionale e internazionale). Da molti anni la sua offerta turistica è ‘declinata’ in senso sportivo. Ora, grazie alla costituzione della Rete di destinazione e alla creazione di questo nuovo portale, tutte queste risorse sono state messe a sistema per offrire al turista sportivo un’esperienza organica e strutturata adatta a soddisfare ogni esigenza”.

“Nei prossimi mesi – aggiungono Lettieri e Bocchio – continueremo a lavorare in questo senso anche sul fronte del turismo ‘silver’ e del turismo ‘outdoor-slow’. Invitiamo tutti gli operatori cittadini ad aderire alle Reti di Destinazione che verranno create e, per quanto riguarda ancora il turismo ‘family friendly’ e quello sportivo, consigliamo a chi non l’avesse ancora fatto di aderirvi. La Rete, infatti, rappresenta una vetrina gratuita che garantisce diversi vantaggi: maggiore visibilità e facilità di essere identificati dai potenziali turisti e dagli intermediari turistici specializzati; utilizzo di un marchio di qualità e di riferimento riconoscibile; collaborazione pubblico-privata e inserimento nel sistema di promozione e comunicazione di Visit Loano; inserimento in un sistema di prodotti e di know-how turistico; possibilità di ottenere contatti e convertirli in vendite data dalla maggiore targhettizzazione del marketing e dal fatto di cooperare con altri operatori”.