Percfest. A Laigueglia dal 20 al 23 giugno quattro giornate di grande jazz e percussioni

Nella foto: Rosario Bonaccorso durante un concerto al Percfest di Laigueglia nel 2012 (Crediti: ph Fabrizio Pinna)

Anche quest’anno Rosario Bonaccorso, direttore artistico del Percfest dal 1996 e noto contrabbassista jazz di caratura internazionale, è riuscito a portare a Laigueglia tante eccellenze della musica jazz e delle percussioni.

Pubblicità

Al Percfest dal 20 al 23 giugno 2024 nelle quattro giornate del festival jazz di Laigueglia si potrà assistere a 8 concerti serali, due per sera, con grandi nomi del jazz della scena italiana, europea e americana. Bonaccorso riconferma la prestigiosa offerta di due concerti ogni sera pagando un solo biglietto di ingresso, una ghiotta occasione da non perdere e che fa del Percfest un Festival Jazz assai attrattivo per gli appassionati, ma anche fruibile per tutti e di sicuro rilievo europeo.

In questa edizione ascolteremo molti nomi al femminile, come Francesca Tandoi, Eleonora Strino, Olivia Trummer, Cristina Renzetti, Tati Valle… noti artisti americani come Sandy Patton e Hamid Drake e star del Jazz nazionale, come Danilo Rea , Dado Moroni. Non possono certo mancare in un Festival che mette in primo piano i percussionisti, leggende della batteria come Tullio De Piscopo e Ellade Bandoni; e ancora, alcuni tra i migliori protagonisti del jazz nazionale, Fulvio Sigurtá, Fausto Beccalossi, Roberto Taufic, Bruno Marcozzi, Alessandro Paternesi, Stefano Onorati, Gabriele Evangelista … e lo stesso Rosario Bonaccorso, che presenterà il nuovo CD “senza far rumore”, edito da Jando Music e recentemente presentato a Roma, con grande successo di critica e pubblico.

Pubblicità

«Siamo lieti di poter contribuire alla realizzazione di una manifestazione che sta avendo sempre più slancio nel panorama musicale non solo locale ma a livello nazionale – sottolinea il sindaco Giorgio Manfredi – Il Comune di Laigueglia si è impegnato a supportare gli eventi e facciamo i nostri complimenti agli organizzatori che anche quest’anno hanno realizzato un calendario davvero intenso . Il Percfest, da molti anni, ormai, contribuisce a qualificare il nostro borgo come meta turistica interessante che spazia dallo sport, alla musica, dall’outdoor al tempo libero”. “Questo evento in particolare ha dato tanto a Laigueglia in termini di crescita culturale e ha dato al nostro borgo anche una dimensione internazionale vista la presenza di artisti di altissimo livello. Allo stesso tempo è stata anche la bellezza di Laigueglia il valore aggiunto dell’evento – aggiunge il vice sindaco Andrea Zancanaro – ha dato al Percfest un contesto unico e autentico da cui trasmettere i propri valori e la propria identità. L’evento a pochi passi dal mare, immerso nelle bellezze di una cittadina incomparabile, ha tutto un altro sapore e crea una atmosfera unica. A Laigueglia la musica, durante l’estate, è diventata una vera e propria esperienza da vivere».

Come ogni anno durante i pomeriggi del Percfest si svolgeranno gli incontri didattici gratuiti di percussioni e batteria, altro fiore all´occhiello della manifestazione laiguegliese e in cui troveremo nella veste di abile narratore ed insegnante di prestigio, uno degli amati beniamini del Percfest e pilastro del batterismo italiano, Ellade Bandini, ci sarà anche una icona del jazz americano come Hamid Drake e i sempre più richiesti Giorgio Palombino, il brasiliano Gilson Silveira …

E dopo i prestigiosi concerti serali, come concludere le serate del Percfest nel migliore dei modi? Ovviamente partecipando alle elettrizzanti jam session, che si svolgono dalla mezzanotte in poi.
Come sempre un programma attrattivo e ricco di sorprese musicali, come si addice ad una vera full immersion nella musica, e il tutto a pochi metri da uno dei mari più belli d´Italia, quello della Baia del Sole.
La kermesse laiguegliese nel 2024 festeggerà alla grande i suoi 28 anni di vita e trasformerà ancora una volta il borgo marinaro del ponente ligure, annoverato tra i “borghi più belli d’Italia”, in una vera cittadella della musica e dell´arte. Dal 2022 l a nuova location del Percfest è la splendida Terrazza sul mare Giuseppe Giuliano, in questa affascinante location gli amanti del jazz si potranno sentire immersi nella musica, in una platea unica nel suo genere.
Su uno dei palcoscenici più belli d´Italia, davvero a due passi dal mare, il pacato “sciabordio” delle onde creerà un magico interplay sonoro con le note degli artisti .

Il programma dei concerti e i musicisti

Leggendo di seguito il fitto cartellone artistico di qualità che Rosario Bonaccorso ha saputo costruire per questo ventottesimo anniversario, l´offerta dell´abbonamento alle quattro serate sembrerebbe imperdibile

Giovedì 20 giugno Ore 21.30 Francesca Tandoi e Eleonora Strino D.U.O.

“D.U.O.” è l´incontro di due musiciste eccezionali, due leader, due stelle nascenti del jazz internazionale che si incrociano lungo la strada dell’arte e danno vita ad un duo esplosivo. Un piano, una chitarra e due voci che comunicano con il linguaggio del jazz, dello swing e del bebop. Attraverso un viaggio fra standard jazz della tradizione e brani originali, “D.U.O.” propone un repertorio vario e coinvolgente, di grande impatto. Un concerto dalle mille sfumature in cui coesistono virtuosismo e poesia. La pianista / vocalist Francesca Tandoi è riconosciuta dalla critica e dal pubblico come uno dei talenti più interessanti della scena jazz internazionale, ottima compositrice e straordinaria band leader. Monty Alexander dice di lei: “Francesca Tandoi è una pianista dotata di un eccelso gusto musicale e senso dello swing. Ha una voce raffinata, ed è capace di comporre melodie indimenticabili e di arrangiare in maniera estremamente sofisticata. La straordinaria chitarrista napoletana Eleonora Strino è considerata dalla critica un astro nascente del chitarra in campo internazionale. Perfeziona gli studi con l’insegnante di armonia, teoria ed improvvisazione Gianluigi Goglia e successivamente nel prestigioso conservatorio di Amsterdam sotto la guida dei chitarristi Maarten Van de Grinteen, Martijn Van Iterson e Jesse Van Ruller. Ha all´attivo centinaia di collaborazioni e ha suonato in alcuni tra i piu’ importanti festival italiani, europei e americani.

Giovedì 20 giugno Ore 22,30 HAMID DRAKE – PASQUALE MIRRA “LHASA”

La sinergia musicale che Pasquale Mirra e Hamid Drake riescono a creare, ammalia per la bellezza e brillantezza delle idee. Sorpresa e imprevedibilità, la voglia di superare il limite della convenzione, una incessante ricerca sonora, ecco gli elementi rintracciabili in questo suggestivo duo. Due artisti e due culture così appa¬rentemente lontane, si ritrovano, si amalgamano, si fondono, creando un ponte immaginario tra l’onirico e l’ancestrale. Melodie sospese, a tratti quasi ipnotiche, dove le pulsazioni africane e orientali dei tamburi esaltano l’eclettismo del vibrafono, in un caleidoscopico viaggio sonoro. Pasquale Mirra, nel 2013, 2014 e 2015 viene nominato miglior vibrafonista italiano dalla rivista di settore Jazz-IT. Vanta innumerevoli collaborazioni con musicisti nazionali ed internazionali, tra i quali: Michel Portal, William Parker, Nicole Mitchell, Tristan Honsinger, Michael Blake, Harrison Bankhead… Si esibito in tutta Europa, Russia, America.. Una curiositá, con il gruppo Mop Mop ha registrato le musiche del film ‘To Rome with Love’ del regista e attore americano Woody Allen.
Hamid Drake è un brillante, sensibile, infinitamente ritmico, intelligente, spirituale e potente batterista di Chicago, membro della Chicago’s Association for the Advancement of Creative Musicians. Tra le sue influenze più significative Ed Blackwell, Philly Joe Jones, Max Roach, Jo Jones.. Con Don Cherry, Drake esplorerá il significato della spiritualità applicata alla musica e delle sue infinite possibilità di trasformazione ed evoluzione. Negli anni è stato inventivo supporto ritmico di centinaia di lungimiranti artisti tra cui Herbie Hancock, Peter Brotzmann, William Parker, Misha Mengelberg, Pharoah Sanders, Wayne Shorter, David Murray, Archie Shepp… Hamid Drake è stato insignito della nomina di Chevalier Des Artes et Lettres dal Ministero della Cultura Francese.

Venerdì 21 giugno Ore 21.30 AS MADALENAS – Cristina Renzetti, Tatiana Valle e Bruno Marcozzi

In collaborazione con Jando Music

In questo concerto le “As Madalenas” presentano i brani del loro terzo disco omonimo uscito nel 2023 per Jando Music, dove le due cantanti e poli-strumentiste si presentano anche in qualità di cantautrici, firmando la quasi totalità dei brani. Tra le più attive interpreti di musica brasiliana in Italia, con centinaia di concerti all’attivo, Cristina Renzetti e Tatiana Valle si sono incontrate nel 2013 per unire le loro voci, le chitarre, le percussioni e dare vita a questo progetto unico, pieno di freschezza e intensità. Questo terzo album è un lavoro fatto di incontri, di compenetrazione nell’essenziale, di emozioni vissute in prima persona negli ultimi anni, piccoli racconti intimi in forma di canzone. La materia prima in questione è la musica stessa, è ciò di cui non si può fare a meno, nella sua semplicità, le emozioni non pensate e non elaborate, i sentimenti fondamentali che nutrono come materia prima l’essere umano. O Globo (Brasile) ha scritto: “Armonia pura!”. E’ stato disco della settimana su Fahreneit (Rai Radio3). In questo live le due musiciste alle chitarre, alle voci e alle percussioni, saranno accompagnate da Bruno Marcozzi, batterista e percussionista che unisce estro e fantasia a una profonda conoscenza della musica popolare brasiliana.

Venerdì 21 giugno Ore 22,30 ROSARIO BONACCORSO 5tet Presentazione del nuovo cd “Senza far Rumore”

In collaborazione con Jando Music
Con Rosario Bonaccorso (cb,vc) Olivia Trummer (pn.vc) Fulvio Sigurtá (tp) Roberto Taufic (gt) Fausto Beccalossi (fisa)

Rosario Bonaccorso, il noto contrabbassista e compositore ligure di origine siciliana, presenta il nuovo CD “Senza far Rumore” uscito per la prestigiosa casa discografica Jando Music. Con questo nuovo album ci racconta una sua nuova e bella storia in musica; e per chi conosce Bonaccorso solo come stimato contrabbassista, la grande novitá è che qui lo potrá ascoltare anche in veste di cantante.
Nell´album “Senza far Rumore” ballad riflessive si alternano a momenti energetici e ricchi di improvvisazione e di divertimento musicale; cosí come interessanti arrangiamenti evidenziano l´amore del contrabbassista per un certa essenzialitá sonora e per la musica brasiliana. Rosario Bonaccorso ci propone testi che ha scritto di suo pugno per questo nuovo lavoro. La sua penna ha tracciato con sguardo introspettivo delicati pensieri; sulla bellezza di un sogno, della nostalgia del ricordo, sulla scelta di cambiare, al ricordo di un amore fugace e indimenticabile; a volte cantando con un filo di voce come se narrasse poesie, a volte con la gioiosa voglia di riscoprire la vita. L´affidare le sue nuove composizioni al tocco magistrale di fuoriclasse come Olivia Trummer, Fulvio Sigurtá, Roberto Taufic e Fausto Beccalossi, non poteva essere scelta migliore, le affinitá umane e musicali di questi cinque artisti, impregnano di bellezza tutta la musica. (Fonte: Armonia Press)

Sabato 22 giugno Ore 21,30. SANDY PATTON JAZZ QUINTET

Spettacolo in coordinazione con “Romantic Night nei Borghi piú belli d´Italia”
Con Gregor Storf (sax) Lothar Kraft (pn) Aldo Zunino (cb) Marcello Repola (dr)

Sandy Patton è ormai da tempo soprannominata dalla critica “la grand dame du jazz”. La sua carriera professionale è iniziata professionalmente da giovanissima, mentre studiava alla Howard University. Molto presto ha cominciato a cantare nelle band di Dizzy Gillespie, Paquito D’Rivera, Cab Calloway, Joe Haider, Ray Brown e molti altri, ha anche girato il mondo per tre anni con il leggendario Lionel Hampton. Arrivata in Europa, per quasi 20 anni è stata professoressa di canto jazz in Svizzera, all´Universita del Jazz di Berna. Ad oggi è ancora molto attiva, tiene costantemente concerti e tournée in tutta Europa. Nella band spiccano le figure di due giovanissimi musicisti, l´austriaco Gregor Storf al sassofono e il ligure Marcello Repola alla batteria, destinati a fare grandi passi nella scena jazzistica. Lo swingante bassista Aldo Zunino e il pianista tedesco Lothar Kraft completano una formazione affiatata e swingante. Sandy Patton possiede una impressionante presenza scenica, la sua voce è potente e allo stesso tempo capace di interpretazioni jazz piene di sentimento nei brani classici. Una presenza scenica che si fa ricordare.

Sabato 22 giugno Ore 22,30 TULLIO DE PISCOPO, DADO MORONI, ROSARIO BONACCORSO | THE TRIO – AROUND PINO DANIELE

Tullio De Piscopo, batterista eclettico, star internazionale del suo strumento, autore di “Andamento lento”, Dado Moroni, unanimemente riconosciuto come uno dei migliori pianisti jazz contemporanei, e Rosario Bonaccorso, uno dei più importanti contrabbassisti europei, si incontrano in un appuntamento imperdibile a ritmo di jazz e blues, ricordando Pino e tante altre storie di musica (fonte … “La Repubblica”)
Tullio De Piscopo è una leggenda nel mondo della musica italiana. Il suo carisma, la sua attitudine unica sullo strumento e la sua influenza su generazioni di batteristi, lo hanno reso una figura di spicco nel panorama musicale italiano ed internazionale. Tullio De Piscopo nasce a Napoli nel 1946, in una famiglia dove la musica era di casa. Il trasferimento a Milano lo lancia nella ricca scena della fine dei anni ´60 cominciando ad ottenere i primi ingaggi nella discografia milanese e alla RAI, collaborando anche con numerosi artisti di successo nel panorama della musica pop (Enzo Jannacci, Roberto Vecchioni, Mina, Ornella Vanoni, Gino Paoli, Adriano Celentano). Negli anni ’80, raggiunge l’apice della sua carriera unendosi alla band di Pino Daniele. Oltre ad essere un straordinario batterista, ha anche avuto una notevole carriera come cantante e il suo brano “Andamento lento” presentato al Festival di Sanremo nel 1988 è diventato un vero e proprio Hit, mantenendo una posizione di rilievo nelle classifiche per anni. Tullio De Piscopo ha creato un’impronta indelebile nella scena musicale italiana e il suo impatto è riconosciuto a livello internazionale.

Domenica 23 giugno Ore 21,30 Fulvio Sigurtà e Stefano Onorati 4tet – Extended Singularity

Nato come estensione acustica del consolidato duo Sigurtá-Onorati, il più recente quartetto Extended Singularity esplora un territorio musicale vasto, fino a toccare l’improvvisazione più radicale. L’affiatata coppia ritmica composta dal contrabbassista toscano Gabriele Evangelista e dal batterista marchigiano Alessandro Paternesi, estende ulteriormente le infinite possibilità sonore già offerte dal duo, riuscendo ad unire mirabilmente ricerca innovativa e conoscenza della tradizione, riflessione introspettiva e groove contagioso. Ogni loro esibizione è un viaggio sorprendente e suggestivo, lungo territori e verso mete sempre difficili da prevedere, e per questo risulta ancora più affascinante. È un concerto davvero “senza rete” il loro, nel corso del quale, come tiene a precisare Onorati, “non conta quello che sceglieremo di suonare, ma come lo suoneremo”. L’intento è quello di dimostrare che quando ci sono il giusto interplay ed una sincera urgenza espressiva anche la musica più libera, riesce a coinvolgere ed appassionare gli ascoltatori

Domenica 23 giugno Ore 22,30 DANILO REA SOLO PIANO e Trio con Rosario Bonaccorso e Ellade Bandini

Danilo Rea è uno dei pianisti jazz italiani TOP e più apprezzati al mondo, protagonista di progetti e performance che sono già nella storia del jazz. Studi classici, rock e pop influenzano la sua formazione e convergono attraverso il jazz, la sua vera passione, in uno stile inconfondibile e unico composto di due ingredienti fondamentali: melodia e improvvisazione. Appena maggiorenne esordisce con lo storico Trio di Roma con Enzo Pietropaoli e Roberto Gatto; Il suo talento lo porta ben presto ad affermarsi anche sulla scena internazionale e a suonare al fianco dei più grandi nomi del jazz come Chet Baker, Lee Konitz, Steve Grossman, Bob Berg, Phil Woods, Michael Brecker, Tony Oxley, Joe Lovano, Gato Barbieri, Aldo Romano, Brad Mehldau, Danilo Pérez, Michel Camilo, Luis Bacalov. Parallelamente accompagna come pianista alcuni tra i più importanti cantautori italiani: Mina lo vuole prima ancora di Gino Paoli, ed entrambi gli restano fedeli negli anni, fino a oggi. Collabora con Claudio Baglioni, Pino Daniele, Domenico Modugno, Fiorella Mannoia, Riccardo Cocciante, Renato Zero, Gianni Morandi e Adriano Celentano. A partire dal 2000 Danilo Rea trova nella dimensione in piano solo il momento ideale per dare forma al proprio universo espressivo. Le sue improvvisazioni che spaziano su qualsiasi repertorio, conquistano le platee di tutto il mondo. Al PercFest lo ascolteremo in piano solo e anche in trio con Rosario Bonaccorso ,col quale Rea ha condiviso sette anni di concerti nel supergruppo jazz di Gino Paoli e con Ellade Bandini, suo stabile partner musicale, colonna storica del batterismo italiano e da 28 anni amato beniamino del Percfest.

I Biglietti

Ogni sera con un solo biglietto di ingresso si assisterà a ben due concerti jazz con protagonisti di livello internazionale. Sono disponibili solo 299 esclusivi posti a sedere, dedicati ad un pubblico attento che ama una dimensione di ascolto indisturbata e magica.

PREZZI SETTORE GOLD per le file dalla 1 alla 10
€ 23,00 piú 2€ diritti di prevendita, per acquisto online del singolo biglietto
€ 80,00 piú 4,20€ diritti di prevendita, per acquisto online dell´abbonamento alle quattro serate

PREZZI SETTORE SILVER per le file dalla 11 alle 16
€ 20,00 piú 2€ di diritti di prevendita, per acquisto online del singolo biglietto
€ 70,00 piú 3,70€ di diritti di prevendita, per acquisto online dell´abbonamento alle quattro serate

Tutti i dettagli sul programma dei concerti e dei corsi didattici: www.percfest.it | Per informazioni sull´acquisto dei biglietti Percfest 2024 www.ciaotickets.com | Prevendita in loco: Giocolandia – Via Dante Alighieri 120 – Laigueglia (SV)