Assemblea SIB, Enrico Schiappapietra confermato vicepresidente vicario nazionale

Nella foto: il presidente Confcommercio Savona, Enrico Schiappapietra

Si è svolta mercoledì a Roma l’assemblea nazionale del SIB, il Sindacato italiano balneari Fipe-Confcommercio, per il rinnovo di tutti gli organi sociali.

Pubblicità

La giornata ha portato alla riconferma dell’avvocato Antonio Capacchione alla guida del sindacato come presidente nazionale.

Dall’assemblea è emersa una Liguria estremamente rafforzata, a conferma del ruolo di primo piano che la nostra regione e in particolare il Savonese rivestono nel settore:

Pubblicità
  • il presidente di Confcommercio Savona, Enrico Schiappapietra, è stato confermato vicepresidente vicario nazionale;
  • Riccardo Borgo, savonese past president del Sib, è stato nominato presidente onorario;
  • nel consiglio direttivo nazionale entra il rappresentante genovese Massimo Stasio.

«Si tratta del riconoscimento del lavoro svolto in questi anni – è il commento di Schiappapietra -, un’azione che va in continuità con le linee politiche sindacali della presidenza in corso, in una fase assolutamente delicata per i rinnovi delle concessioni balneari turistico-ricreative. La questione si trascina da ben 14 anni e non riguarda solo gli stabilimenti balneari, perché in Liguria sono coinvolte 4 mila attività, di cui solo mille sono stabilimenti, mentre le altre rappresentano alberghi, ristorati, campeggi, discoteche».

Il problema è che al momento la legge allora emanata durante il governo Draghi del 2022 è purtroppo incompleta e pertanto vede le amministrazioni comunali, i concessionari e la giurisprudenza tutta in grandissima difficoltà.

«Il mondo balneare e il sindacato Sib chiedono da tempo una norma chiara, esaustiva e definitiva per il settore – aggiunge Schiappapietra -: auspichiamo che, dopo il periodo elettorale, e visti anche i rinnovi degli impegni sindacali, la mission del nuovo direttivo e della presidenza possa arrivare al traguardo con la tanto attesa legge Meloni. Il nostro auspicio è che la nuova norma di riferimento possa essere emanata presto, tra fine giugno e i primi giorni di luglio, in modo da portare risposte agli operatori che da anni investono in questo settore e ogni giorno lavorano per garantire la migliore offerta a residenti e turisti».