Albenga, lunedì asfaltatura di Viale Martiri

Lunedì 9 ottobre riprenderanno, dopo il periodo estivo, le asfaltature con l’intervento su Viale Martiri della Libertà, una delle vie principali di Albenga e vero e proprio biglietto da visita per la nostra città oltre che ad alta transitabilità e, per questo, con asfalto usurato.

Pubblicità

Spiega il sindaco Riccardo Tomatis: “Abbiamo aspettato la fine dell’estate per ripartire con le asfaltature. Lunedì inizierà l’asfaltatura di Viale Martiri della Libertà (rimandata a dopo l’estate per evitare eccessivi problemi alla viabilità già di per se incrementata durante la stagione turistica) che durerà all’incirca una settimana.
Cercheremo di ridurre al minimo i disagi, ma si tratta di un intervento particolarmente importante perché, a parte la presenza di alcune buche, l’asfalto risulta consumato e usurato ed essendo una delle vie principali di Albenga necessitava di un intervento.”

“Albenga ha un territorio ampio, con una rete viaria vasta e complessa e sin dall’inizio del nostro mandato abbiamo programmato una serie di interventi di manutenzione e restyling di strade e marciapiedi sia nel centro che nelle frazioni.
Ricordo che, oltre al piano asfalti, ripartirà il secondo lotto di via Trieste. In particolare si interverrà sul tratto terminale della strada (verso via XXV Aprile) completando così la sistemazione dei marciapiedi danneggiati dalle radici delle magnolie, in tutta la via.
Continua inoltre l’intervento su via Papa Giovanni XXIII (sia marciapiedi che sede stradale), danneggiata dai pini, dove è prevista la completa asfaltatura di tutta la via fino all’incrocio con viale Liguria”.

Pubblicità

“Continuiamo, con l’impegno che abbiamo sempre messo in questi anni, a investire nella nostra città ritenendo che una manutenzione costante e programmata delle strade e dei marciapiedi, come dei corsi d’acqua e in generale del territorio, che segua criteri di rotazione e pianificazione degli interventi, sia il modo migliore per rendere la città a misura di cittadino” conclude il primo cittadino