Loano festeggia i 25 anni di gemellaggio con Francheville

La città dei Doria si prepara a festeggiare il 25^ anniversario del gemellaggio con Francheville (Metropole de Lyon).

Pubblicità

Come ricordano dal Comitato per il Gemellaggio, la “parentela” con la località della regione francese di Auvergne-Rhone- Alpes nacque quasi per caso: “Fu Mariuccia Condorelli ad invitare i suoi amici Lambert ad una gita in barca da Loano all’isola Gallinara. A bordo c’era anche l’allora sindaco di Loano Francesco Cenere. La signora Marie Lambert, nell’occasione, disse che suo figlio Renè, allora sindaco di Francheville, avrebbe avuto il piacere di dar vita ad un gemellaggio con la nostra città. Cenere si dimostrò interessato e l’anno dopo, nel 1998, nacque il sodalizio”.

Grazie a ciò ebbe inizio un’alternanza: un anno le famiglie francesi venivano ospitate in casa da famiglie loanesi e, l’anno dopo, le famiglie loanesi erano ospiti in Francia. Nel tempo Francheville e Loano consolidavano tanti bei rapporti di amicizia.

Pubblicità

A Loano si costituì anche il Comitato per il Gemellaggio, che aveva ed ha ancora oggi il compito di favorire gli scambi tra le due località. Nel corso del tempo il Comitato ha avviato una serie di progetti volti a favorire e diffondere la conoscenza della storia e della cultura francese sul nostro territorio anche in momenti differenti rispetto alle visite e alle giornate di scambio che si tengono annualmente. Parallelamente, i soci hanno ampliato il raggio delle loro attività organizzando corsi, laboratori e momenti di incontro con l’intera comunità, aperti ai soci e a tutti i loanesi: lezioni di francese con proiezione di film in lingua originale (utilissime per superare le difficoltà linguistiche durante gli incontri tra le famiglie), una corale e una compagnia teatrale.

Ora il rapporto è giunto al suo 25^ anno di età e a Loano sarà festeggiato con diverse iniziative.

Il 6 ottobre una delegazione di Francheville raggiungerà Palazzo Doria per incontrare gli amici del Comitato, l’amministrazione comunale e le famiglie loanesi ospitanti. Dopo una mattinata di libertà “a spasso” per la città, nel pomeriggio di sabato 7 ottobre i “gemelli” francesi potranno o visitare la fortezza del Priamar di Savona oppure il Museo del Mare di Palazzo Kursaal a Loano e, in seguito, assistere al concerto del gruppo folk “U Gunbu de Loa-Verzi” in Orto Maccagli. Alla sera cena di gala e intrattenimento all’Hotel Excelsior con scambio di targhe ricordo, discorso e intrattenimento con coro gospel. Domenica 8 ottobre tappa al convento di Monte Carmelo: dopo la messa bilingue, gli ospiti francesi visiteranno le vigne, gli orti ed il chiostro. Dopo il pranzo in hotel è previsto il loro ritorno a casa.

“Ci saranno gli abbracci, le strette di mano, i saluti e il desiderio di rivedersi nel 2024 da loro a Francheville – dicono dal Comitato – In questo periodo in cui tutto sembra cospirare per complicarci la vita, questa parentesi di amicizia e serenità, ci ricaricherà le pile a dimostrazione che le frontiere cadono e siamo tutti abitanti della Madre Terra”.