Rigassificatore Vado Ligure: Benifei(Pd) interroga Commissione UE; “dubbi su compatibilità con norme UE su ambiente e biodiversità”

Brando Benifei
Nella foto: Brando Benifei

“Ho depositato un’interrogazione parlamentare per segnalare alla Commissione Europea il progetto di installazione della nave rigassificatrice Golar Tundra a Vado Ligure, per verificare la compatibilità di questa opera con la normativa europea a salvaguardia dell’ambiente e della biodiversità, in particolare la Strategia Europea sulla Biodiversità 2030 e gli obiettivi della Legge europea sul Ripristino della Natura”. È quanto dichiara Brando Benifei, capodelegazione degli Eurodeputati PD al Parlamento Europeo.

Pubblicità

“È essenziale far luce su un progetto evidentemente dannoso per l’ambiente, in un’area estremamente vicina all’Area Marina Protetta dell’isola di Bergeggi” – continua Benifei. “Già nei giorni scorsi abbiamo criticato la scelta scellerata della Regione e di Toti di procedere con un progetto che richiede degli interventi talmente invasivi quanto potenzialmente distruttivi del delicato equilibrio marino e della biodiversità, oltre ai rischi evidenti di ricaduta negativa sul settore turistico . In un’area, vorrei ricordarlo, che la Regione stessa aveva destinato a una riperimetrazione per allargare la Zona Speciale di Conservazione “Fondali Noli-Bergeggi” davanti all’isola di Bergeggi per ampliare di oltre il 480% la zona di conservazione. Ritengo che un approfondimento anche in sede europea sia assolutamente doveroso” – conclude.