Esorcizzare le emozioni e le paure attraverso l’arte

Le opere realizzate dagli ospiti nell’ambito dei servizi territoriali “Il Girasole”, “IMP Borghetto”, “Villa Bugna”, “Via Amendola” e “Villa Frascaroli” saranno esposte a partire da lunedì 17 luglio, presso le sale d’attesa, (piani 0 -3), del Distretto Sanitario Savonese – Via Collodi 13, Savona.

Pubblicità

La guerra in Ucraina ha riportato il tema della pace al centro del dibattito pubblico. Quotidianamente i mezzi di comunicazione condividono immagini e informazioni che in tutti noi evocano forti emozioni.

Il progetto nasce dall’idea di dare voce ai soggetti fragili in carico alle Strutture del Dipartimento di Cure Primarie e Dipartimento di Salute Mentale, aiutandoli ad esprimere ansie e paure che si possono percepire già nei loro sguardi quando si parla della guerra.

Pubblicità

Il percorso ha come obiettivo aiutare ad esorcizzare tali emozioni, attraverso l’utilizzo di colori e materiali più disparati che diventano arte rassicurante e facilmente tangibile, non soltanto per chi ha realizzato le opere, ma anche per chi potrà godere della loro esposizione.

Il titolo dell’iniziativa, “I colori della Pace”, vuole rievocare la necessità di speranza e serenità, ma soprattutto essere promotore di un cambiamento che presupponga il rispetto dell’altro come elemento fondante.

“L’arte nei luoghi di cura costituisce un’esperienza importante in grado di generare nelle persone dinamiche positive nel rapporto con gli altri e con la propria malattia o diversa abilità. – riferisce la dott.ssa Monica Cirone, Direttore Socio Sanitario dell’ASL2 – Ringrazio tutti gli operatori coinvolti in questo progetto che hanno stimolato, con la loro esperienza e professionalità, gli ospiti delle nostre strutture coinvolgendoli in questa forma di educazione alla sensibilità e alla creatività.”

Il tema è stato affrontato attraverso differenti tecniche.

Il Centro diurno “Il Girasole” ha organizzato un laboratorio di ceramica, durante il quale sono stati realizzati sei mosaici con piastrelle, decorate a spugnatura e cotte nel forno in dotazione al centro.

Il Servizio “IMP di Borghetto” ha creato quattro opere utilizzando materiali di recupero, polistirolo, carta, cartone e sughero.

Le Strutture di “Via Amendola” e “Villa Bugna” espongono un pannello in plastica e cartone reciclato decorato con colori acrilici, cartone e materiale di recupero.

Il Centro diurno “Villa Frascaroli”, infine, ha eseguito una composizione in acrilico su tela, utilizzando la tecnica della digitopittura.

Le opere saranno esposte successivamente presso il Comune di Celle Ligure per tornare poi nella sede ASL di Via Collodi.