Conferita a Piero Pesce la cittadinanza benemerita di Loano

Questa mattina il sindaco di Loano Luca Lettieri ha consegnato l’attestato di cittadinanza benemerita alla memoria ai familiari di Piero Pesce, ex amministratore pubblico scomparso a febbraio del 2021.

Pubblicità

Stimato amministratore comunale e provinciale, nel corso della sua lunga carriera Piero Pesce ha ricoperto vari incarichi: consigliere comunale a Loano dal 1978 al 1993 e dal 2006 al 2012; assessore e vice sindaco di Loano dal 1988 al 1993; assessore provinciale dal 1995 al 2008; assessore e vice sindaco per due mandati nel Comune di Boissano dal 2012.

Già all’indomani della sua morte, il Comune di Loano si era subito attivato per conferirgli la cittadinanza onoraria benemerita, attribuitagli ufficialmente il 15 aprile 2021 con delibera del consiglio comunale.

Pubblicità

Nella motivazione si legge: “Pier Luigi Pesce ha rappresentato, in seno alle istituzioni locali, le comunità locali che lo hanno sempre sostenuto ed eletto con voto democratico. Lodevole il suo impegno per la promozione dello sport nella città e in modo particolare tra i più giovani. Profondamente legato alla sua comunità e sempre attento ai bisogni della gente, Pier Luigi Pesce ha incarnato il dovere di adempiere alle funzioni pubbliche con disciplina ed onore, rappresentando un esempio per gli amministratori pubblici e per tutti i cittadini che si impegnano in politica e nell’amministrazione pubblica”.

A ritirare l’attestato la moglie Mariuccia, i figli Stefano e Mario, le nuore Cinzia e Simona, i nipoti Giulia e Matteo (che attualmente ricopre l’incarico di consigliere comunale di maggioranza), il fratello Franco e i familiari e gli amici più stretti. Presenti il vice sindaco Gianluigi Bocchio, gli assessori Manuela Zunino ed Enrica Rocca e il consigliere Giacomo Piccinini.