A Borgio Verezzi Convegno “Liberi di crescere”

In realtà sempre più complesse, caratterizzate da cambiamenti ambientali e crisi di valori, economie instabili e alta competizione, nuove tecnologie e povertà digitale, inverno demografco e fenomeni migratori, è fondamentale avere comunità locali capaci di essere educanti, capaci di assumersi la responsabilità di contribuire alla crescita, alla formazione e all’educazione delle nuove generazioni.

Pubblicità

Il Patto di Comunità (realizzato tra l’Istituto Comprensivo e i Comuni di Pietra Ligure, Borgio Verezzi, Giustenice, Magliolo e Tovo San Giacomo) è nato per questo, ma, come tutti i patti, non basta averlo sottoscritto; va conosciuto, condiviso, vissuto e migliorato ogni giorno da tutta la comunità. Bisogna fare rete, realizzare una vera sinergia tra tutte le forze in campo per il bene dei nostri giovani, per un futuro più giusto ed equo della società, per la volontà di farsi carico, ciascuno per la propria parte, di un percorso di formazione, capace di rendere bambini/ragazzi cittadini consapevoli… cittadini attivi. E’ un dovere morale, ma è anche una necessità concreta connessa ad una società che invecchia, che trova nei giovani le proprie gambe, i propri cervelli, il proprio cuore nel futuro ed è fondamentale questo percorso condiviso tra scuola, famiglia e territorio per fare sentire i nostri fgli parte di un tutto : la classe, la scuola, la società.

Pertanto la Scuola, in accordo con gli Enti Locali, propone, con questo Convegno, una “Fabbrica di idee”, un laboratorio permanente in cui si realizzi una interazione partecipata tra tutti coloro che “portano interesse” verso i giovani e verso il futuro, in cui si mettano a disposizione risorse, strumenti, proposte, buone pratiche per favorire lo stare insieme, il crescere insieme, l’apprendere ed essere motivati ad apprendere, in un percorso di maturazione che dia voce al sé interiore di ciascuno, valorizzi la personalità, le attitudini, le peculiarità di “quel fglio” con un progetto di vita che sia un abito cucito su misura per lui e lo renda indipendente e sicuro di sé, capace di vivere il suo splendore di persona unica e irripetibile.

Pubblicità

Parteciperanno all’incontro:

  • il Questore di Savona, dott.ssa Alessandra Simone, che svilupperà il tema dell’importanza della prevenzione e della sicurezza partecipata, condizione che si realizza con il concorso dei componenti della società civile sia in fase di ideazione e di pianifcazione sia in fase di esecuzione.
  • La dott.ssa Isabella Benzoni della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Genova che analizzerà risorse e criticità del ruolo del genitore nella quotidianità del nostro tempo, offrendo spunti, occasioni di rifessione e di confronto.
  • L’artista Omar Hassan che racconterà il suo percorso di maturazione realizzato coltivando la creatività e le proprie passioni, con la voglia di rialzarsi, di muoversi, di scoprire e di trasformare i sogni in realtà.
  • Il direttore sportivo Fabio Vignaroli che approfondirà il tema della competitività come elemento di crescita e di miglioramento che si esprime attraverso il gioco sportivo in cui il rivale non è un ostacolo da dover superare, ma un elemento imprescindibile del gioco stesso.

L’apertura del Convegno sarà realizzata dagli alunni delle classi quinte della Scuola Primaria di Borgio Verezzi e Papa Giovanni XXIII di Pietra Ligure che, insieme ad altri alunni dell’Istituto, parteciperanno a laboratori sulla gestione delle emozioni e dei confitti realizzati con la collaborazione dell’Associazione Fidapa di Finale Ligure, di Medianos, de Il giardino sonoro e di alcuni docenti della Scuola.

Nell’ambito della mattinata verrà dato ampio spazio alle domande, alle richieste dei genitori e di tutti i partecipanti, e si cercherà di realizzare una rete di risorse, volta a generare e rigenerare la comunità educante del territorio, nella consapevolezza che, come recita un antico proverbio africano, per fare crescere un bambino ci vuole un intero villaggio.