Comicità, ma non solo con Piero Chiambretti

Sabato 6 agosto alle 21.30 ad Alassio nell’ambito del Festival della Cultura salirà sul palco di Piazza Partigiani Piero Chiambretti per parlarci della sua Autobiografia autorizzata dalla figlia Margherita. Curiosità e aneddoti intorno alla stesura di questo libro che volutamente guarda alla sua amata figlia. L’occhio scanzonato di Chiambretti e la sagace conduzione di Christian Floris ci porteranno a scoprire retro scena e “non detti” di un personaggio dalle mille sfumature come Piero Chiambretti.

Pubblicità

Ho scritto questo libro perché l’ha voluto mia figlia Margherita, la metà della mia vita. Si tratta del mio primo vero progetto letterario, in cui racconto me stesso, cercando allo stesso tempo di stimolare la creatività in chi lo legge. Tra le varie pagine, naturalmente, c’è stata qualcuna un po’ più complicata da scrivere, come l’ultima, totalmente dedicata alla mia mamma, scomparsa di recente e a cui è dedicato l’intero progetto”. 

Piero Chiambretti parla così della sua ‘Autobiografia autorizzata dalla figlia Margherita’, edita da Sperling & Kupfer. Attore, conduttore, regista, showman, sceneggiatore, produttore, ma soprattutto ideatore di programmi innovativi e di enorme successo che hanno fatto la storia della televisione, Piero Chiambretti da quarant’anni gioca con il mondo dello spettacolo e ogni volta lo reinventa. Attraverso queste pagine ironiche, profonde e a tratti malinconiche ed esilaranti, si entra per la prima volta nell’universo chiambrettiano, cerebrale e sentimentale allo stesso tempo, e si scopre l’uomo e l’artista.

Pubblicità