Andora ha celebrato la Giornata della gentilezza

Il Comune di Andora ha aderito a “La Giornata della gentilezza ai nuovi nati”. Sono 33 i piccoli andoresi, classe 2021, a quali sarà inviato l’attestato di benvenuto dal parte dell’Assessore alla Gentilezza del Comune di Andora, Maria Teresa Nasi, del Sindaco Mauro Demichelis e del Presidente del Consiglio con delega alle Politiche dell’Infanzia Daniele Martino.

Pubblicità

A rappresentare simbolicamente i nuovi nati alla Cerimonia ufficiale, che si è svolta davanti alla Biblioteca di Andora, due cuginetti con le loro famiglie. Si tratta di Luna Baldi, presente con mamma Martina Arriu e papà Diego, e di Pietro Baldi con la mamma Cristina Baudoino e papà Simone. Gli altri bambini riceveranno l’attestato direttamente a casa.

Nando Rizzo, ha la nota ballata di Jovanotti “Per te” dedicandola ai nuovi andorese.

Pubblicità

L’Amministrazione ha sottolineato l’importanza che la comunità realizzi dei riti, anche semplici, per accoglierli. “Abbiamo aderito per il secondo anno consecutivo alla Giornata della Gentilezza. Un momento importante per essere vicini alle famiglie che in questo periodo più che mai hanno bisogno di sentire vicino l’amore della comunità in cui vivono e del sostegno della collettività nell’educare e proteggere i bambini con la gentilezza – ha dichiarato l’Assessore Nasi – Speriamo in futuro di poter organizzare un evento che coinvolga tutti i piccoli e i loro genitori, ma anche gli altri bimbi di Andora perché apprendano il valore della gentilezza nei gesti di ogni giorno. Una pratica gentile ripetuta più e più volte diventa un’abitudine. In questo modo le comunità potranno essere più accoglienti e tutti i cittadini più felici. Oggi coinvolgiamo i nuovi nati, ma l’impegno è anche per noi amministratori, in ogni periodo dell’anno, a promuovere il rispetto verso il prossimo e la cosa pubblica, al prendersi cura di chi soffre, dei malati o delle persone sole o in difficoltà, chi ha perso il lavoro, disabili, anziani, genitori, per accrescere lo spirito di Comunità, oltre che favorire l’unità, a coinvolgere i propri concittadini e le associazioni in iniziative di cittadinanza attiva per il bene comune”.