Alassio: arriva il nuovo Destination Manager

Luca Caputo si occuperà di coordinare il piano di rilancio e di marketing turistico della città. Galtieri: "quello del destination manager è un fondamentale tassello nell'ottica di un coordinamento delle attività e delle risorse che la città può e deve mettere in campo per ripartire dopo l'emergenza sanitaria"

È arrivato ad Alassio sabato scorso e da allora ha incontrato amministratori, dirigenti, funzionari, responsabili degli uffici connessi al turismo e alla promozione delle attività e delle eccellenze della città. Luca Caputo, originario di Melissano nella provincia di Lecce è il nuovo Destination Manager del Comune di Alassio.

Pubblicità

Il suo curriculum è quello che ha ottenuto il miglior punteggio nell’ambito della selezione per il conferimento dell’incarico previsto dal piano di rilancio e marketing tristico di cui l’amministrazione comunale ha voluto dotarsi per disegnare la ripartenza dopo l’emergenza sanitaria che ha colpito la città, il Paese, l’intero pianeta.

Già destination manager della città di Ragusa, componente dell’Advisory Board Turismo Digitale della Borsa Internazionale del Turismo di Milano, Componente del Tavolo Tecnico dell’Associazione StartUp Turismo, Caputo ha già ben chiaro il Piano alassino.

Pubblicità

“In questo momento sono in fase di ascolto – le prime dichiarazioni di Luca Caputo – sto incontrando i principali attori, diretti e indiretti, del movimento turistico cittadino e sto cercando di definire cosa può essere portato avanti subito  cosa invece richiede una pianificazione per un futuro prossimo. Sicuramente alcune cose possono essere già attuabili come il rafforzamento di un prodotto balneare che già esiste ma che può essere reingegnerizzato per aggiungere forza motivazionale alla scelta di Alassio come destinazione turistica. Servirà proseguire nell’opera di messa a sistema di cose che già esistono ma che richiedono un coordinamento, al contempo si svilupperanno altri prodotti che emergono dal Piano di sviluppo e che permetteranno di promuovere Alassio come destinazione ideale nelle diverse stagionalità​. ​Sarà questo il mio compito  la sfida è scuramente molto interessante e motivante”.

“Stiamo seguendo quanto previsto dal piano di cui ci siamo dotati lo scorso anno e che già nell’estate che ci siamo appena lasciati alle spalle ci ha permesso di tornare ad essere competitivi e attivi sul mercato turistico nazionale e internazionale – commenta Angelo Galtieri, Vicesindaco e Assessore al Turismo del Comune di Alassio – Nella fattispecie quello del destination manager è un fondamentale tassello nell’ottica di un coordinamento delle attività e delle risorse che la città può può e deve mettere in campo per ripartire dopo l’emergenza sanitaria​. Le idee sono ben chiare e quella che emerge chiara è la volontà di tutti di proseguire nello sviluppo del progetto Alassio”.