Consiglio Albenga, Pd: la minoranza è in minoranza

"Spiace sinceramente assistere, anche in questo consiglio comunale, alla pochezza ed all’irresponsabilità dei gruppi albenganesi di Lega e Forza Italia”

Stemma del municipio all'entrata del Palazzo comunale di Albenga

Albenga | A seguito dell’approvazione del bilancio preventivo avvenuta durante il Consiglio comunale del 29 dicembre giungono le “congratulazioni a tutta la maggioranza da parte del Partito Democratico albenganese” che interviene anche sulle ultime polemiche seguite al Consiglio.

Advertisements

“Essere riusciti ad approvare il bilancio, per la seconda volta entro l’anno, darà benefici notevoli alla città. Averlo fatto senza aumentare le tasse e prevedendo interventi per opere pubbliche per oltre 10 milioni di euro rappresenta sicuramente un risultato eccezionale. Spiace sinceramente assistere, anche in questo consiglio comunale, alla pochezza ed all’irresponsabilità dei gruppi albenganesi di Lega e Forza Italia”.

“Eraldo Ciangherotti – prosegue la nota del Pd – è riuscito, in modo più unico che raro, a presentare mozioni talmente strampalate che sono state addirittura smontate dagli stessi colleghi di minoranza e che poi al momento della votazione hanno ottenuto un solo voto favorevole (sempre quello dell’ormai isolato Eraldo Ciangherotti)”.

Advertisements

“Così come è dimostrativa del senso di smarrimento dell’opposizione la proposta di collaborazione da parte del consigliere Roberto Tomatis (unico della Lega ad aver partecipato al consiglio comunale essendo l’altro consigliere presente Riccardo Minucci recentemente entrato a far parte di Azione di Calenda) immediatamente bocciata sui giornali dalla restante parte del partito.
Fortunatamente vi è una maggioranza unita e coesa che lavora con impegno nell’interesse della città occupandosi dei problemi reali dei cittadini e non di questi tristi teatrini” concludono dal PD albenganese.