Raddoppio ferroviario, il sindaco Tomatis: “Mai come in questo momento è necessario rendere la Liguria accessibile”

“La Liguria deve diventare il naturale accesso al mare da parte di tutto il Nord Italia, ma anche i trasporti all'interno della Regione devono essere riorganizzati"

Ad Albenga il sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Salvatore Margiotta

Albenga | Anche il progetto del raddoppio ferroviario della tratta Andora-Finale Ligure è stato inserito fra le priorità nella nuova programmazione del Mit, il cosiddetto “piano #italiaveloce” per l’ammodernamento complessivo delle infrastrutture che rientra nella pianificazione strategica nel settore dei trasporti elaborata dal Governo.

Del progetto se ne era parlato ancora una volta ad Albenga qualche mese fa in un incontro tra i sindaci del comprensorio e il sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Salvatore Margiotta, organizzato dal parlamentare ingauno Franco Vazio. La notizia è stata dunque ben accolta.

Margiotta - Vazio - Tomatis

Secondo il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis “mai come in questo momento è necessario creare infrastrutture per rendere la Liguria una regione accessibile. Per troppo tempo non si sono fatti investimenti importanti sul nostro territorio e oggi ne partiamo le conseguenze”. “La Liguria deve diventare il naturale accesso al mare da parte di tutto il Nord Italia, ma anche i trasporti all’interno della Regione devono essere riorganizzati in modo tale da poter sfruttare al meglio quelle che sono le caratteristiche turistiche che solo la Liguria può offrire”.