Ripartenza Albenga, sindaco Tomatis: “Questo non è un liberi tutti!”

“Capisco la voglia e la necessità di ripresa, ma la Città deve continuare a dimostrare di saper rispettare le regole e deve farlo per il bene di ciascuno di noi”

Il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis

Albenga | Anche Albenga “riparte” e il sindaco Riccardo Tomatis ha rivolto un messaggio alla cittadinanza con l’invito a mantenere comunque sempre comporamenti responsabili. “Siamo ripartiti ufficialmente! I commercianti hanno potuto alzare le saracinesche delle loro attività e, con le dovute cautele e nel rispetto delle prescrizioni, hanno ripreso a lavorare. La gioia della giornata di ieri è incommensurabile, soprattutto se pensiamo che dietro ogni attività ci sono famiglie e persone che in questi difficili mesi hanno vissuto il timore, non solo del virus, ma anche delle difficoltà economiche che, inevitabilmente, il lockdown ha portato con se. Se la ripartenza è importantissima dal punto di vista economico e sociale, però, non è un “liberi tutti”. Dobbiamo stare attenti e rispettare le norme atte a contrastare la diffusione del Coronavirus se non vogliamo tornare indietro e subire nuovamente restrizioni”.

“Le regole da rispettare – prosegue il sindaco – sono essenzialmente il distanziamento sociale e l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale come la mascherina e i guanti ricordando che è fatto assoluto divieto di assembramenti. Solo attenendoci alle norme in vigore e utilizzando buonsenso potremo tornare gradualmente alla normalità e sperare in una partenza anche della stagione turistica. Qualora invece si riscontrassero comportamenti irresponsabili saremo costretti, non solo a sanzionarli, ma rischieremmo anche di dover tornare a una “modalità meno permissiva” per la gestione degli spazi pubblici”.

“Capisco la voglia e la necessità di ripresa, ma la Città deve continuare a dimostrare di saper rispettare le regole e deve farlo per il bene di ciascuno di noi. Non possiamo rischiare la ripartenza di eventuali focolai del virus. È importante riflettere attentamente su queste tematiche! Devono farlo anche i giovani che hanno sofferto in modo particolare le restrizioni subite in questi mesi e che adesso, specie con l’arrivo della bella stagione, vorrebbero tornare velocemente alla normalità. A loro rivolgo un appello particolare: la vostra voglia di stare insieme la capisco e la condivido, ma dobbiamo evitare gli assembramenti e dobbiamo rispettare le norme relative al distanziamento sociale, è importante per voi, ma anche per i vostri genitori e nonni. Non possiamo rischiare una ripresa dei contagi. Conto su tutti voi!” conclude il sindaco Tomatis.