Coronavirus, in tutt’Italia parchi e giardini chiusi e vietate seconde case

cartelli attenzione

Savona / Roma | Da oggi, sabato 21 marzo 2020, fino al 25 marzo 2020 sono in vigore – secondo l’ultima Ordinanza del Ministero della salute firmata venerdì da Roberto Speranza (vedi QUI copia in pdf) – “Ulteriori misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale”. Per il periodo successivi al 25 marzo – salvo proroghe – restano in Liguria le indicazioni dell’ordinanza regionale 9/2020 (vedi QUI: Coronavirus, Liguria: Toti, “stiamo raggiungendo picco contagi; ordinanza regionale per ulteriori restrizioni”).

RobertoMichels

Come precisa l’Articolo 1 dell’Ordinanza Governativa, allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 sono adottate, sull’intero territorio italiano, le seguenti prescrizioni:

a) è vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici;

b) non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto; resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona;

c) sono chiusi gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all’interno delle stazioni ferroviarie e lacustri, nonché nelle aree di servizio e rifornimento carburante, con esclusione di quelli situati lungo le autostrade, che possono vendere solo prodotti da asporto da consiunarsi al di fuori dei locali; restano aperti quelli siti negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;

d) nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quegli altri che immediatamente precedono o seguono tali giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.


UTILITÀ
Coronavirus, ma io sono malato? Cosa fare in caso di dubbi
Coronavirus: Far fronte allo stress durante l’epidemia di Covid-19 (e dare supporto ai bambini)
Coronavirus: cosa fare se si è costretti all’isolamento?
Numero verde regionale 800 593235 a disposizione delle persone anziane fragili per la consegna dei farmaci o della spesa a domicilio
Emergenza coronavirus: le buone norme igieniche quotidiane per la prevenzione
Coronavirus e animali d’affezione, che cosa si può fare e che cosa no
Emergenza coronavirus: cosa resta aperto e chi deve chiudere

Ultima revisione articolo:

ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO