Coronavirus, ordinanza Regione Liguria: le farmacie di comunità devono mettere a disposizione i DPI

Il Palazzo di Regione Liguria in Piazza De Ferrari a Genova

Savona / Genova | Il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti ha firmato stasera l’ordinanza regionale numero 7 che integra le “misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”. L’ordinanza indica l’obbligo per le farmacie di comunità della Liguria di mettere a disposizione i DPI (dispositivi di protezione individuale) in giacenza per le strutture ospedaliere e sociosanitarie (Vedi QUI copia in pdf dell’ Ordinanza 7/2020 – Misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19).

RobertoMichels

In particolare, come si legge nel testo, si ordina:

  1. Alle farmacie di comunità operanti nel territorio della Regione Liguria di mettere a disposizione i DPI giacenti presso di esse a favore delle strutture ospedaliere e socio-sanitarie;
  2. Le scorte presenti presso le suddette farmacie debbono pertanto essere disponibili per gli ospedali e le strutture socio-sanitarie;
  3. Per le finalità di cui sopra, le farmacie confezionano opportunamente i DPI, predispongono il DDT, il quale deve riportare l’esatto elenco quali — quantitativo e il destinatario, ossia “IRCCS Ospedale Policlinico S.Martino”;
  4. La distribuzione intermedia , ossia i grossisti della DPC, provvede a raccogliere i DPI, a conservarli presso i propri depositi e a trasmettere email ad A.LI.Sa. (farmaceutica.alisa@regione.liguria.it), con l’elenco di tutti i prodotti;
  5. A.Li.Sa. provvede al al coordinamento con la Protezione Civile per il ritiro dei DPI.
UTILITÀ
Coronavirus: Far fronte allo stress durante l’epidemia di Covid-19 (e dare supporto ai bambini)
Coronavirus: cosa fare se si è costretti all’isolamento?
Numero verde regionale 800 593235 a disposizione delle persone anziane fragili per la consegna dei farmaci o della spesa a domicilio
Emergenza coronavirus: le buone norme igieniche quotidiane per la prevenzione
Coronavirus e animali d’affezione, che cosa si può fare e che cosa no
Emergenza coronavirus: cosa resta aperto e chi deve chiudere

Ultima revisione articolo:

ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO