Regione Liguria, incontro con le delegazioni sindacali di Piaggio Aerospace

Savona / Genova. Il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e il sindaco di Genova Marco Bucci, insieme al Prefetto di Genova Fiamma Spena hanno incontrato questa mattina le delegazioni sindacali di Piaggio Aerospace. Il Presidente della Regione e il sindaco hanno ribadito tutta la solidarietà ai lavoratori per la gravissima situazione venutasi a creare per il mancato pagamento degli stipendi. “Un atto ingiustificato e incomprensibile alla luce delle disponibilità di cassa del gruppo”.
Il presidente Toti ha sentito il ministro Di Maio, per le vie brevi, che ha assicurato le procedure più celeri per la nomina del commissario, che potrebbe già arrivare già lunedì. “Occorre inoltre – sottolineano- un chiaro pronunciamento del Mise e del Governo circa la volontà di sostenere gli investimenti strategici di un gruppo che è patrimonio industriale e tecnologico del paese. Le istituzioni sono al fianco dei lavoratori in questa vertenza e le delegazioni sindacali sono già state convocate per lunedì in Regione per un nuovo confronto sulla situazione”.

“L’impegno del Presidente, conscio dell’importanza della partita è delle ricadute sul territorio, è stato incessante; l’analisi approfondita del problema, la ricerca di tutte le soluzioni possibili, la comunicazione costante con Roma, hanno fatto si che il ministro Di Maio, si sia preso l’impegno di attivare le procedure più celeri per la nomina del commissario, che lunedì potrà finalmente avere un volto e un nome. La Liguria ha bisogno di investimenti strategici, di programmazione industriale e Piaggio rappresenta per la Liguria un patrimonio tecnologico da tutelare – ha commentato il Presidente del Gruppo Consiliare Forza Italia Regione Liguria Angelo Vaccarezza- il risultato ottenuto oggi da Toti è un tassello importante in una vicenda che da troppo tempo affligge i lavoratori, le loro famiglie, l’indotto”.

“Dietro a ogni lavoratore Piaggio c’è una famiglia, un mondo fatto di sogni, speranze e progetti che abbiamo il dovere di difendere. Abbiamo bisogno di risposte concrete, abbiamo bisogno della presenza del Governo. Regione Liguria è presente ora, lo sta dimostrando, lo sarà fino alla fine. Roma ora non può più ‘passare palla’: deve rispondere. Siamo scesi in piazza pochi giorni fa, siamo disposti a farlo ancora e ancora fintanto che la Liguria tutta non avrà le risposte che merita, non aspettiamo più, ora è il momento dell’azione. Tutelare le nostre aziende è tutelare il futuro di questa terra” conclude Vaccarezza.

Ultima revisione articolo:


ALTRE NOTIZIE di OGGI