Carlo Fait: uno scultore… passatista a Laigueglia

Verrà inaugurata a Laigueglia, Martedì 24 Marzo, alle ore 17, nella ex sede laigueglia a1 00della Sanità Marittima, la mostra fotografica “Carlo Fait. Uno scultore passatista a Laigueglia”, organizzata dall’Associazione Vecchia Laigueglia nell’ambito delle celebrazioni per il centenario della Grande Guerra.

RobertoMichels

Laigueglia fu tra i primi paesi ad onorare i suoi caduti con un monumento. Fu costituito un comitato organizzatore e tutti furono d’accordo nel conferire l’incarico allo scultore Carlo Fait a cui fu proposto che venisse raffigurato un marinaio che procede all’alzabandiera sulla sua nave. Il monumento fu inaugurato solennemente il 29 Agosto 1920, alla presenza di autorità civili e militari, nell’antica Piazza Fiorini, attualmente Piazza della Libertà. Era venuto in rada per l’occasione un cacciatorpediniere della marina militare.

Carlo Fait (Rovereto 1877-Torino 1960) fu un importante scultore di ispirazione classica ed accademica, allievo e collaboratore del grande Pietro Canonica, a Torino e successivamente a Roma, ed operò in particolare nella scultura patriottica e civile. Molte delle sue opere più importanti, tra cui il gruppo scultoreo La preda ed il busto Cristo morente, si possono ammirare nelle sale permanenti allestite a Palazzo Alberti a Rovereto.
All’inaugurazione, oltre al Sindaco Franco Maglione, sarà presente la Prof.ssa Paola Pizzamano, Direttore del Museo Civico di Rovereto, che illustrerà la figura e l’opera dell’artista. La mostra rimarrà aperta sino al 3 Maggio.

Ultima revisione articolo: