LA NONNA DEL CORSARO NERO – DIMMI CHE PALIO VEDI E TI DIRÒ CHI SEI

di Sandra Berriolo – (Albenga). Andate al Palio. C’è di tutto. Si parte 1 Palio SB- Albenga 17-7-2014dall’odore di cibo arrostito che ti resta sui vestiti perché è come quando andavi in discoteca e ancora si poteva fumare: non c’è angolo del Centro Storico che non sembri una friggitoria. Tanto cibo che nel Medioevo ci avrebbero mangiato due anni, i ricchi; perché i poveri tre. Se cerchi cibo non c’è problema: bastano una sessantina di punti ristoro con angoli di relativa tranquillità e zone invece in cui ti fanno il kebab e i wurstel con ketchup in mezzo alla strada (la ex Sindaco mi ha confidato che lei a certi posti non avrebbe dato il permesso).

Bisogna cercare bene e si trovano chicche di tradizione italica veramente non male. Bisogna premiare chi ci mette impegno anche di ricerca dei piatti che si avvicinano a quella antica realtà e non fermarsi a “quello che mi piace” generico e che trovi a tutte le sagre. Certo è una Sagra per ricchi (medievali) vista tutta la carne e pesce di mare che vi si trova!

Andate al Palio. Ci sono figuranti veri che si impegnano seriamente; combattono, suonano, giocano vestono realisticamente. Chi da piccolo giocava con le spade può constatare dal vero come sia difficile, soprattutto con addosso tutti quei chili di bardature (non è come mettere una casacchina leggera sopra i bermuda).

Andate al Palio e portate i bambini. Vedranno animali normalmente inavvicinabili come i rapaci e impareranno a rispettarli. Vedranno da vicino armature, armi, attrezzi da lavoro, artigiani all’opera con le mani (non con la stampante 3D) che creano oggetti bellissimi; potranno annusare erbe ed accarezzare un asinello, l’utilitaria medievale (il Suv era il mulo, la fuoriserie il cavallo). E ci sono gli angoli dedicati a loro.

Andate al Palio. C’è la movida ovvero Piazza S. Domenico dove l’importante è esserci. C’è la pace ovvero Palazzo Scotto Nicolari dove la birra è artigianale ma te la spiegano anche.

Andate al Palio. Per avere la soddisfazione di vedere un condannato dentro una gabbia, portato alla berlina in mezzo alla gente.

* La Nonna del Corsaro Nero: la rubrica Corsara di Sandra Berriolo

1 Commento

  1. Chi ha dato il permesso alla cantina di piazza Rossi con donne alla Minetti vestite da suore in una chiesa con altare? Che vergogna!

I commenti sono bloccati.