Savona, una manovra di bilancio da 3 milioni 167mila euro

facciata Palazzo del Comune di Savona

A Savona la giunta ha approvato lunedì mattina una manovra da 3.167.925 euro per impiegare l’avanzo libero del bilancio chiuso al 31 dicembre 2023 oltre a ulteriori risorse che si sono aggiunte dopo l’approvazione del bilancio di previsione.

Advertisements

Nel provvedimento si stabilisce di accantonare una quota pari al 50% dell’avanzo disponibile, pari a 1.600.101 euro in via prudenziale e di utilizzare risorse pari a 3.167.925 euro per realizzare interventi e opere per migliorare la città e i servizi ai cittadini nell’anno in corso.

In particolare, la giunta ha deciso di concentrare la spesa principalmente su questi capitoli:

Advertisements
  • 635.224 euro per interventi straordinari di manutenzione su edifici comunali, impianti sportivi, aree giochi. In questo capitolo sono anche comprese le spese di progettazione per l’intervento di eliminazione del rischio di allagamento del Quadrilatero ottocentesco
  • 382mila euro per interventi sulla manutenzione ordinaria, implementando il capitolo di manutenzione delle strade comunali e quello dell’illuminazione pubblica e prevedendo due nuovi capitoli relativi agli arredi urbani e alla rete di captazione delle acque bianche
  • 412.900 euro per spese legate a iniziative culturali, turistiche, eventi, sociali con una quota per le spese straordinarie per la candidatura di Savona a Capitale della Cultura
  • 675.000 euro per il servizio di Promozione Sociale per interventi in materia di assistenza ai minori, agli anziani, ai disabili e per la partecipazione comunale a progetti di inclusione
  • 312.500 euro per l’acquisizione della quota ATA del parcheggio del Sacro Cuore
  • 144.000 euro per interventi di riqualificazione delle vie del centro cittadino, somma che si aggiunge ai 276mila euro già previsti nel bilancio di previsione e ai 500mila euro previsti dal fondo regionale destinato alla riqualificazione di vie neopedonalizzate.

Sappiamo tutti – è il commento del sindaco Marco Russo – che la città ha tantissime necessità, tutte impellenti, che richiedono risorse molto superiori a quelle disponibili e che quindi possono essere affrontate solo con pazienza e gradualità. Tuttavia abbiamo voluto, da un lato, affrontare alcune emergenze, come le spese per i servizi sociali e la manutenzione ordinaria, e, dall’altro, dare segnali di rilancio con l’acquisto del parcheggio del Sacro Cuore e la riqualificazione delle vie pedonalizzate, per dare un segnale di concretezza rispetto alle progettazioni in corso, ed investire nella politica di attrattività della città, a partire dal progetto di Capitale Italiana della cultura e dagli eventi culturali che rendono la nostra città più viva”.

È una manovra importante – conclude l’assessore al Bilancio, Silvio Auxiliae va sottolineato che abbiamo deciso di accantonare 1,6 milioni di euro, per proseguire la linea della cautela e del rigore di bilancio. Nel contempo, però, con un lavoro davvero corale di tutta la giunta, abbiamo voluto dare risposte ad alcuni temi prioritari”.