“Buongiorno ceramica”: tre giorni di concerti e di incontri per celebrare la ceramica

Il 17, 18 e 19 maggio gemellaggi artistici tra le nostre città della Baia della Ceramica (Savona, Albissola Marina, Albisola Superiore e Celle Ligure) e il resto d'Italia. Grandi musicisti e visite gratuite alla scoperta dei tesori della musica e della ceramica

Tre giorni di concerti e di incontri per celebrare la ceramica e le sue capitali. Dal 17 al 19 maggio, nel weekend immediatamente successivo a quello del Festival della Maiolica, torna “L’arte dei suoni e della ceramica attraverso l’Italia”, manifestazione giunta alla sua terza edizione che si inserisce all’interno della cornice nazionale ‘Buongiorno Ceramica!’ che fa fiorire in contemporanea iniziative ed eventi nelle 57 Città Italiane che aderiscono ad AiCC (Associazione Italiana Città della Ceramica).

Per quanto riguarda il nostro territorio le protagoniste sono le quattro città della Baia della Ceramica (Savona, Albissola Marina, Albisola Superiore e Celle Ligure) idealmente gemellate grazie alla musica ad altrettante città italiane che portano in Liguria una dote artistica fatta di musicisti e di produzioni ceramiche: Assemini in Sardegna scelta da Savona, Mondovì in Piemonte per Albisola Superiore, Umbertide in Umbria per Celle e Montelupo Fiorentino per Albissola Marina. L’ingresso a tutte le iniziative è gratuito.

La manifestazione nella Baia della Ceramica

La manifestazione è promossa, patrocinata e sostenuta dai Comuni di Savona, Albissola Marina, Albisola Superiore e Celle Ligure; dalla Fondazione De Mari; dalla Baia della Ceramica; da Buongiorno Ceramica; dall’Associazione italiana città della ceramica (AiCC); dai Comuni ospiti di Assemini, Mondovì, Umbertide e Montelupo Fiorentino e dall’Associazione Allegro con Moto di Savona.

Advertisements

“Anche quest’anno le città della Baia partecipano tutte insieme a questa grande manifestazione che celebra la ceramica. E questo è segno della grande coesione fra le 4 Città, che condividono la progettualità turistico-culturale del nostro territorio impegnato in un’ottica comprensoriale nel percorso di candidatura di Savona a Capitale Italiana della Cultura. In questo specifico evento la musica è il collante che unisce musei e paesi e che trasforma la celebrazione delle tradizioni ceramiche in una grande festa: ad affermarlo sono Nicoletta Negro (Assessore alla Cultura di Savona), Gianluca Nasuti (sindaco di Albissola Marina), Luca Ottonello e Simona Poggi (rispettivamente Assessori al Turismo e alla Cultura di Albisola Superiore) e Giorgio Siri (assessore alla Cultura di Celle Ligure), in qualità di rappresentanti dei Comuni della Baia della Ceramica.

La direzione artistica della manifestazione è di Elena Buttiero (segreteria di produzione Anita Frumento, organizzazione e ideazione di Allegro con Moto) che spiega: Questa avventura nasce qualche anno fa, a Faenza, chiacchierando con Massimo Isola, non ancora sindaco della città, ma presidente dell’AiCC. Parlavamo di come mettere in comunicazione i tanti luoghi che fanno ceramica. Che sono tanti. Poi ne abbiamo parlato con Nicoletta Negro, membro già allora dell’AiCC e oggi assessore alla Cultura di Savona. Tutto nasce da lì. Dal desiderio di mettere insieme le cose. I quattro appuntamenti sono di alta qualità. Sarà un weekend di giornate intense e bellissime.

IL CALENDARIO DEGLI EVENTI

SAVONA – OMAGGIO ALLA SARDEGNA. Venerdì 17 maggio ore 17.30 presso la Sala Conferenze della Pinacoteca Civica (piazza Chabrol, 2):

  • La ceramica di Assemini, dagli “strexiaius” alle innovative botteghe contemporanee.
  • Musica dei Felix Musici:Enrico Di Felice e Giulia Lallai (flauti traversi barocchi), Luigi Muscio (fagotto barocco).
  • A seguire ingresso gratuito al Museo della Ceramica.

ALBISOLA SUPERIORE – OMAGGIO AL PIEMONTE. Sabato 18 maggio, ore 17.30 presso il giardino del Museo della Ceramica “Manlio Trucco” (corso Ferrari, 193).

  • La ceramica di Mondovì, dall’attività industriale dell’800 ai laboratori artigianali.
  • Musicaoccitana del QuBa Libre Trio: Giuseppe Quattromini (chitarra, fisarmonica), Simonetta Baudino (ghironda, organetto) Paola Lombardo (voce).
  • A seguire ingresso gratuito al Museo della Ceramica.

CELLE LIGURE – OMAGGIO ALL’UMBRIA. Sabato 18 maggio, ore 21, sala centro socio-culturale “Raffaele Arecco” (via Avogadro).

  • La ceramica di Umbertide:il Nero Fratta e il successo dello smalto cangiante.
  • Musica del Trio Opus I: Stefano Rondoni (violino), Ivano Rondoni (clarinetto) e Francesco Attesti (pianoforte).
  • Esposizione di opere in ceramica.

ALBISSOLA MARINA – OMAGGIO ALLA TOSCANA. Domenica 19 maggio, ore 17.30,MuDA Centro esposizioni (via dell’Oratorio 2).

  • La ceramica di Montelupo Fiorentino, dall’Arno alla conquista del Mediterraneo.
  • Musicadel Trio Amadé: Alessandro Marconi (clarinetto) Maurizio Morganti (clarinetto), Federico Micheloni (clarinetto basso).
  • Visita libera al Museo.

FELIX MUSICISTI

Enrico Di Felice (direttore di Felix Musici), si è diplomato con il massimo dei voti e la lode. I suoi maestri sono stati Gesualdo Pellegrini per il flauto moderno e Stephen Preston per il flauto barocco. E’ docente presso il Conservatorio “G. Pierluigi da Palestrina” di Cagliari e, dal 1992 al 2000, è stato docente di flauto traverso barocco presso il Centro de Estudos de Musica Barroca di Oporto.

Giulia Lallai consegue il Diploma Accademico di II livello in flauto traverso presso il Conservatorio di Cagliari, ottenendo il massimo dei voti e la lode, sotto la guida di Enrico Di Felice. Si perfeziona con i M° Beaudiment, Pretto, Moragues, Parrino, Cella, Likin, Ambrosini, Gabrielli, De Gennaro.

Luigi Muscio si è diplomato al Conservatorio di Brescia col maestro Luca Reverberi e, in seguito,si è perfezionato con i M°Azzolini, Screpis e Birstingl. Ha suonato stabilmente dal 2005 al 2019 nell’Orchestra Sinfonica “G.Verdi” di Milano e collaborato con la Scala di Milano, l’Arena di Verona, il Comunale di Bologna. È docente di Musica d’Insieme per Fiati presso il Conservatorio di Cagliari.

QuBa LIBRE TRIO

QuBa LIBRE TRIO. Propone un concerto da ascolto interamente dedicato alle musiche e agli strumenti della tradizione occitana che è concepito come un viaggio in musica che, partendo dalle vallate alpine della provincia di Cuneo, si estende lungo il sud della Francia fino ad arrivare ai Pirenei e all’Oceano Atlantico. Durante questo viaggio si attraverseranno le diverse regioni storiche che hanno costituito e costituiscono tutt’ora la regione culturale chiamata Occitania (dal nome della lingua d’Oc teorizzata da Dante Alighieri nel 1303 e usata dai trovatori del medioevo) e verranno presentate alcune danze e canzoni che caratterizzano ciascuna regione. Protagonisti del viaggio saranno alcuni strumenti tipici della tradizione quali la ghironda, e la cornamusa, affidati alle sapienti mani della magistra Simonetta Baudino, affiancati da strumenti più moderni quali l’organetto diatonico, la fisarmonica, la chitarra acustica e l’armonica a bocca. Il tutto sarà impreziosito dalla splendida voce di Paola Lombardo e dalle narrazioni di Giuseppe Quattromini.

L’intento del nostro lavoro è quello di valorizzare e diffondere la cultura occitana attraverso il linguaggio universale della musica.

TRIO OPUS I

Stefano Rondoni diplomato presso il Conservatorio di Perugia, si è perfezionato con i M° Antonioni, Rossi, Ayo, Brainin, Gulli, Csany, Wilson, Sirbu, Cusano, Fornaciari. Come solista si è esibito nel 7° Festival Intern. di Venezia, nel Festival Intern. di Aachen. nello Stadt Theater di Wolfsburg, nella Concert Hall della Cité de la Musique a Parigi. Musicista versatile, ha preso parte al tour 2007 dei Negramaro e al Tour “On the road” con M. Gazzè, P. Turci e M. Rei.

Ivano Rondoni, diplomato con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Perugia, si è perfezionato presso l’Accademia Chigiana di Siena, la Scuola di Musica di Fiesole e il Conservatorio di Ginevra. E’ stato solista in Italia, Francia, Germania, Rep. Ceca, Slovenia, Polonia, Austria, Turchia, Messico e Canada e ha tenuto masterclasses nelle Università di Canada, Texas, Ohio, Michigan, Turchia, Grecia e Spagna. E’ docente presso il Conservatorio di Piacenza.

Francesco Attesti si diploma con il M° Tanganelli al Conservatorio di Firenze, poi si perfeziona con Rouvier, Moreno e Perticaroli al Mozarteum di Salisburgo. Ha collaborato come solista con l’Orchestra Filarmonica da Camera Ceca di Praga. Si è esibito in importanti sale da concerto di San Pietroburgo, Mosca, Salisburgo, Varsavia, Sarajevo, Cambridge, New York.

TRIO AMADÈ

Maurizio Morganti, diplomato presso l’Istituto “P. Mascagni” di Livorno, ha collaborato con musicisti di chiara fama quali Heiner Wiberny, Robert Nelson, Mike Curtis, Boris Porena, Luciano Berio. Con quest’ultimo ha studiato la Sequenza IX° per clarinetto solo, eseguendola più volte in sua vece e alla sua presenza. Ha tenuto corsi in Accademie e Università quali: Jacopo Napoli, Studio Lirico Cortona in collaborazione con l’Università ”Of South Carolina”, Università de L’Aquila, Conservatorio di Copenaghen, Scuola di Stato di Alma-Ata, Casa della cultura di Nuuk, Università di Huston.

Alessio Marconi diplomato presso l’Istituto “P. Mascagni” di Livorno sotto la guida del M° M. Del Zoppo, consegue il Diploma di Jazz e il Diploma Accademico di II Livello. Ha svolto attività di docente a Piombino, al Liceo musicale di Livorno e attualmente è titolare della cattedra di clarinetto presso l’Istituto “G. Micali” di Livorno.

Federico Micheloni diplomato con il massimo dei voti e la lode, ha seguito masterclass con i M° Meloni e Iosco. Ha suonato nell’orchestra del Teatro Comunale di Bologna, nell’orchestra della Fondazione O.R.T. della Toscana, nell’orchestra del Petruzzelli di Bari, nell’Orchestra e nell’Ensemble “Bernasconi” del Teatro alla Scala di Milano sotto la guida di direttori come Daniel Oren, Daniele Rustioni, Marco Angius, Vladmir Fedoseyev, Kristjan Järvi.