Smart Twin Transition, piccole imprese del turismo più tecnologiche e sostenibili

Si è svolto ieri alla Spezia, in Camera di Commercio, l’evento di lancio del progetto europeo di cooperazione ‘Smart Twin Transition’ che, inserito nel programma Italia – Francia Marittimo 2021-2027, vede capofila l’Azienda speciale Riviere di Liguria dell’ente camerale.

“Il progetto – ha ricordato il presidente della Camera di Commercio, Enrico Lupi – realizzerà strumenti, finanziari e tecnici, per sostenere le piccole e medie imprese del turismo nella transizione digitale ed ecologica, fondamentale per crescere in competitività. Un ringraziamento – ha aggiunto – al gruppo dei partner grazie al quale le risorse del progetto, oltre 1 milione e 100 mila euro, si tradurranno in sostegno concreto per la crescita tecnologica e sostenibile delle imprese del territorio di cooperazione”.

Il partenariato è composto da: Azienda speciale Riviere di Liguria; Promocamera, Azienda speciale della Camera di Commercio di Sassari Nord Sardegna; Camera di Commercio del Var; Camera di Commercio della Corsica; Fondazione ISI della Camera di Commercio Toscana Nord Ovest; Fondazione Campus Studi del Mediterraneo di Lucca.

Advertisements

All’evento, come gruppo di lavoro, hanno partecipato: Enrico Lupi, presidente Camera di Commercio e Azienda speciale Riviere di Liguria; Ilario Agata, direttore dell’Azienda speciale Riviere di Liguria; Patrizia Costia e Simone Coltella, Fondazione ISI; Massimiliano Gini, Beam Me Up; Elena Tonon e Remus Balan, Camera di Commercio del Var; Nicole Spinosi e Corinne Mattei, Camera di Commercio della Corsica; Valentina Ferrucci, Fondazione Campus; Luigi Chessa direttore Promocamera e Antonella Loriga; Giulia Bartolo, referente territoriale Liguria del programma Italia Francia Marittimo; Simona Martucci (coordinatore di progetto), Federica Vassallo e Serena Danese, Azienda speciale Riviere di Liguria.

Presenti al lancio del progetto, in collegamento, imprese sia spezzine e liguri che dell’area di cooperazione interessate, una volta predisposti i bandi, ad utilizzare i voucher per gli investimenti nel digitale e nel green che il progetto metterà a disposizione.