Primo giorno al Nido d’Infanzia Carenda

Primo giorno al Nido d’Infanzia Carenda, l’ex scuola primaria completamente riallestita per accogliere i bambini più piccoli per l’anno scolastico 2023/24, dati gli interventi di completo restyling all’asilo Roberto di Ferro che si concluderanno il prossimo anno. Un clima gioioso, un ambiente colorato e tanti giochi e spazi per le attività dei più piccoli.

Afferma il sindaco Riccardo Tomatis: “Grande soddisfazione per essere riusciti a realizzare, in poco tempo, un intervento simile che ha visto, inoltre, il recupero di un immobile comunale che il Provveditorato aveva deciso di non riutilizzare.
La scelta di spostare per un anno il Nido d’Infanzia si è resa necessaria per le lavorazioni all’asilo Roberto Di Ferro, che stanno procedendo velocemente.
Voglio ringraziare in particolare l’ufficio tecnico del Comune di Albenga, il vicesindaco Alberto Passino, agli assessori Marta Gaia e Silvia Pelosi per l’impegno profuso e l’impresa che ha realizzato l’intervento, la ditta Edilneri che, gettando cuore oltre ostacolo, ha fatto anche più di quanto previsto.
Grazie infine alle educatrici che si sono subito rese disponibili a questo cambio di sede per un anno”.

L’assessore Silvia Pelosi: “La scelta della nostra Amministrazione è stata molto chiara e rappresenta la differenza tra il fare e il non fare.
Data la necessità di chiudere il Nido Roberto Di Ferro per un anno per poter eseguire gli interventi di completo restyling, abbiamo deciso di investire risorse per non sospendere il servizio per un anno e, al contempo per ristrutturare una scuola che potrà continuare a mantenere questo indirizzo anche in futuro”.

Advertisements

L’assessore Marta Gaia: “Il nido Roberto Di Ferro ha aperto in una sede nuova collocata a Carenda. È un nido completamente nuovo rifatto in tutte le sue parti interne e reso idoneo alle esigenze dei bambini più piccoli.
Ringrazio la ditta Edilneri e gli uffici comunali per essere riusciti, in poco tempo, a realizzare un simile intervento reso possibile grazie all’impegno di ciascuno.
Un ringraziamento particolare va inoltre alle insegnanti e al personale ausiliario che con passione e professionalità hanno lavorato anche il sabato al fine di allestire gli spazi ed essere pronti oggi ad accogliere i bambini.
Grazie anche ai genitori per la comprensione dimostrata”.