“Universo in Rosa” a Loano, a Claudia Ghiraldello il Premio Ambasciatrice della Cultura

È stato conferito a Claudia Ghiraldello il Premio Ambasciatrice della Cultura assegnato nell’ambito di “Universo in Rosa”, la manifestazione dedicata al mondo femminile che si tiene ogni anno a Loano. Il premio è stato consegnato nell’ambito della “serata di gala” che si è tenuta ieri sera in piazza Italia.

“Nell’ultimo anno – spiegano il sindaco di Loano Luca Lettieri e l’assessore alla cultura Enrica Rocca – Claudia Ghiraldello ha portato un forte contributo al mondo della cultura cittadina e non solo. In particolare, il suo ultimo lavoro, dedicato alla ‘Arte profana nel caruggio di Loano’ per le Edizioni De Ferrari, ha gettato una nuova interessante luce sulle opere d’arte che decorano le volte, i soffitti e le pareti delle dimore che affacciano su corso Roma e sul nostro caruggio. Veri e propri tesori che, grazie a questo volume, ora possono essere ammirati non solo dai fortunati abitanti di queste residenze, ma anche da tutti i loanesi (e non solo). Un intero capitolo del libro è dedicato alla figura di Ernesto Piumatti, pittore e restauratore che proprio nel caruggio lasciò una profonda traccia del suo passaggio e che oggi, purtroppo, è stato in parte dimenticato. Nel libro è stata anche pubblicata per la prima volta la realtà pittorica della casa natale del Patriarca Giuseppe Valerga. Infine, oltre allo studio artistico del caruggio, Ghiraldello ha voluto produrre una ricerca sulla realtà territoriale loanese presente nel Catasto napoleonico; ne è uscita una miriade di dati che, mai prima conosciuti, pongono in collegamento passato e presente”.

“Questo non è il primo volume che Claudia Ghiraldello ha voluto dedicare alla nostra città. Nel 2015, infatti, aveva firmato ‘Le meraviglie di Loano-Lodani mirabilia’. In esso, l’autrice ha passato in rassegna le realtà foriere di bellezza, le ‘mirabilia’ presenti sul territorio: opere religiose come statue, dipinti murali, tele, tavole, persino alcuni edifici, mai prima analizzati, e opere profane come le dimore di alcune delle più importanti casate loanesi. Alla luce di questo costante impegno volto a salvaguardare, tramandare e diffondere la cultura locale loanese, la prima edizione del Premio Ambasciatrice della Cultura non poteva essere assegnato a nessun altro”.

Advertisements

Durante la serata sono stati conferiti anche altri riconoscimenti. Il Premio Loano per lo sport è andato a Chiara Guarisco, giovane atleta di Triathlon di Doria Nuoto classificatasi seconda ai Campionati itailani di aquathlon e distintasi anche nella prima edizione del Triathlon Loano tenutasi qualche mese fa; un altro premio è stato assegnato a Valentina Roncallo, campionessa italiana di Seconda Categoria Più di tennistavolo. Due “premi alla carriera” sono stasti conferiti a Michela Merlo e Simona Tassara, che per anni hanno rappresentato e rappresentano ancora Loano rispettivamente nel mondo del rugby e del basket. Un riconoscimento è stato assegnato anche a tre ragazze che frequentano l’istituto comprensivo e che si sono distinte a livello provinciale e regionale: si tratta di Emma Sportelli, Annalisa Mastella e Zoe Bosio. Un altro riconoscimento, in segno di gratitudine, è stato assegnato a Daniela Crudo, che ha realizzato le decorazioni che, quest’estate, abbelliscono e colorano le vetrine delle attività commerciali di Loano. Infine, nei giorni scorsi è stato assegnato il premio “Universo in Rosa” al questore di Savona, Alessandra Simone, da sempre in prima linea nel contrasto alla violenza di genere.

Claudia Ghiraldello, ligure di adozione, è laureata in Lettere Moderne e iscritta all’Albo degli Esperti d’Arte del Tribunale di Biella. È presidente del Centro Culturale “Conti Avogadro di Cerrione” e direttore del Museo “NOVA FAMA” nel castello di Cerrione. È direttore del Museo “Paolo Giovanni Crida” nel Santuario Lauretano di Graglia. È membro del direttivo della Società Italiana di Studi Araldici, della Commissione Scientifica di Pubblicazioni della Società Piemontese di Archeologia e Belle Arti e della Commissione Diocesana di Biella. Scrive libri d’arte, saggi ed articoli su bollettini e riviste specializzate, anche in ambito ligure. A proposito di libri a sua firma, è oltremodo significativo “Lodani mirabilia. Le meraviglie di Loano”. Collabora con il giornale “Il Biellese”. Lungo l’elenco di conferenze di carattere storico-artistico tenute presso circoli ed associazioni culturali. È stata relatrice e curatrice di convegni, anche di carattere internazionale. Filo conduttore dell’attività della Ghiraldello, che è autrice pure del repertorio iconografico contenuto nei propri testi, è ricercare le testimonianze perdute, dunque inedite, dell’arte del passato.