Lotta biologica alla cimice asiatica, Piana: “nuovi rilasci dell’insetto antagonista in Liguria senza rischi per l’uomo”

cimice asiatica

A partire da domani, 7 luglio, in provincia di Genova e La Spezia, per proseguire l’11 luglio a Imperia e Savona, il Servizio Fitosanitario della Regione Liguria effettuerà i rilasci programmati della vespa samurai (Trissolcus japonicus) per contrastare naturalmente e senza rischi per l’uomo la cimice asiatica (Halyomorpha halys), dannosa per le coltivazioni agricole, in particolare per i frutteti, e per l’equilibrio biologico dell’ecosistema.

Advertisements

“Come Regione Liguria siamo intervenuti tempestivamente con la lotta biologica, a partire dal luglio 2021 – spiega il vice presidente della Regione Liguria con delega all’Agricoltura Alessandro Piana – raccogliendo riscontri positivi da parte della popolazione e dei produttori. I campioni di vespa samurai , nella proporzione di 100 esemplari femmine e 10 maschi per ogni lancio, vengono rilasciati in corridoi ecologici o aree agricole non soggette a trattamenti insetticidi in tutta la Regione. Una modalità scelta per garantire il successo nell’insediamento dell’insetto antagonista. La vespa samurai si è rivelata infatti l’antagonista più efficace, è di piccole dimensioni, non crea danno per le api, non punge ed è assolutamente innocua per l’uomo e per gli animali. L’attività di parassitizzazione delle ovature di cimice è monitorata attivamente dai tecnici del Settore Fitosanitario nelle aree di lancio. Visti i riscontri di una graduale diminuzione della presenza di cimice, per l’annata in corso i lanci verranno raddoppiati in tutto il territorio regionale al fine di accelerare questo processo di contrasto e contenimento. In totale verranno rilasciati oltre 3000 esemplari in Liguria”.