Ad Andora inaugurato il monumento commemorativo intitolato alla memoria del capitano pilota dell’Aeronautica militare Andrea Gastaldi

Inaugurato domenica mattina ad Andora, nel parco degli Aviatori, il monumento commemorativo intitolato alla memoria del compianto Capitano pilota dell’Aeronautica Militare Andrea Gastaldi. La cerimonia fa parte delle iniziative, promosse dal comune di Andora, tese a celebrare il Centenario dell’Aeronautica Militare e che culmineranno con l’esibizione delle Frecce Tricolori, in programma per domenica 08 ottobre. L’idea progettuale che ha guidato il Comune nella realizzazione del monumento, promosso dall’Associazione Arma Aeronautica di Andora, nasce intorno alla donazione da parte dell’Aeronautica Militare di una deriva ovvero una coda di un velivolo Tornado. Posta su un basamento curvilineo, che simula il volo degli aerei, vuol essere il simbolo dei valori dell’Arma Azzurra e celebrare il coraggio e il sacrificio di uomini e donne che hanno servito la Nazione anche in tempo di pace.

Mancava un simbolo forte, rappresentativo del legame fra Andora e l’Aeronautica Militare, presente da 70 anni con il Distaccamento A.M. di Capo Mele e la 115^ Squadriglia Radar Remota – ha dichiarato il sindaco Mauro Demichelis nel suo intervento –  Io credo che questo monumento lo sarà a tutti gli effetti. Ricordo ancora il giorno in cui Enzo Canzoneri, presidente dell’Associazione Arma Aeronautica di Andora venne in comune a farsi promotore dell’idea che abbiamo subito accolto. Già in fase di  progettazione – prosegue Demichelis – ho compreso il potere simbolico che avrebbe avuto la deriva e sono grato ai vertici dell’Aeronautica Militare di averla concessa per la realizzazione del monumento. Sono certo diverrà uno dei simboli di Andora. E’ stato un percorso lungo, un lavoro di squadra, fra uffici comunali, vertici militari e associazioni d’arma – prosegue Demichelis – Mi sento di ringraziare tutti, indistintamente, per l’impegno, la fiducia, la dedizione e la grande collaborazione guidata dallo spirito di servizio verso l’Aeronautica Militare. Sono grato al Generale Francesco Vestito, sempre disponibile, concreto e propositivo che oggi ci ha onorato della sua presenza. Grazie al Tenente Colonnello Carlo De Giovanni che insieme al Capitano Gabriele Esposito hanno convintamente sostenuto l’iniziativa e al Generale Vincenzo Pastore che ha seguito la logistica. Mi congratulo con il Presidente dell’Associazione Arma Aeronautica Enzo Canzoneri per la dedizione e lo spirito di servizio con cui ha operato. Credo che tributare un ricordo al Pilota Andrea Gastaldi che ci hanno descritto fiero e determinato nella sua missione – conclude Demichelis – fosse doveroso e la sua frase, posta ai piedi del monumento, sarà certamente stimolo di riflessione per quanti ammireranno la deriva, ricordando a tutti il prezioso ruolo svolto ogni giorno dall’Aeronautica Militare a servizio della sicurezza nazionale”.

Il monumento è stato scoperto dai rappresentati dell’Associazione Arma Aeronautica e benedetto da Don Sandro Marsano. Durante la cerimonia si è svolto anche il sorvolo di due velivoli dell’Aero Club Savona Riviera Ligure, coordinato dal presidente Alessandro Betti.

Advertisements

Non nego la commozione e la soddisfazione personale, del direttivo e dei soci per la realizzazione di un obiettivo a cui abbiamo tanto lavorato – ha dichiarato Enzo Canzoneri presidente dell’Associazione Arma Aeronautica di Andora – Vedere finalmente il monumento nel nostro Parco Aviatori è una gioia. Sono grato ai vertici dell’Aeronautica Militare, all’Amministrazione comunale e al sindaco Mauro Demichelis, in particolare e gli uffici comunali per aver realizzato il monumento. Tanti si sono adoperati, cito in particolare il generale Vincenzo Pastore prezioso per l’individuazione della deriva. L’associazione Arma Aeronautica Andora, ha 104 soci, opera con azioni benefiche in collaborazione e a favore delle associazioni del territorio e liguri. Il monumento non è solo una meta raggiunta, ma anche uno stimolo per creare nuove occasioni per valorizzare la storia dell’Aeronautica Militare ad Andora e nella nostra regione”.

La cerimonia è stata aperta del Generale della Riserva Aerea Salvatore Gagliano, Presidente Regionale dell’Associazione Arma Aeronautica che ha tratteggiato la figura del Capitano Andrea Gastaldi. Il sindaco di Andora, ha ripercorso gli obiettivi del progetto, mentre il Generale di Squadra Aerea Francesco Vestito, Comandante della Prima Regione Aerea, ha ricordato la fierezza del pilota scomparso e ha presentato l’impegno dell’Aeronautica Militare per la sicurezza della Nazione, i valori e l’evoluzione costante  per offrire ai cittadini le migliori tecnologie di prevenzione e sicurezza per il presidio del territorio. Toccanti le parole dei famigliari presenti, la mamma Luisa, le sorelle Sandra e Luciana che ha preso la parola per testimoniare la gratitudine per il ricordo tributato al congiunto a trent’anni dalla scomparsa. Dopo i saluti istituzionali ha chiuso la cerimonia, l’apprezzato concerto della Banda Giuseppe Verdi di Albenga che ha voluto l’onorare la memoria del loro concittadino accompagnando tutta l’inaugurazione e proponendo in chiusura un repertorio di marce militari.

Alla cerimonia hanno presenziato, il Comandante della Prima Regione Aerea, Generale di Squadra Aerea Francesco Vestito, il Tenente colonnello Carlo De Giovanni, Comandante del Distaccamento Aeronautica militare di Capo Mele, il Capitano Gabriele Esposito, Comandante della 115^ Squadriglia Radar Remota, il 1°Lgt Maurizio Sabatino e il 1°Lgt Massimo De Venere dell’Aeronautica MiIitare, il Comandante della Compagnia della Guardia di Finanza di Albenga, Capitano Vanessa Senatore, il comandante  della delegazione di Spiaggia di Andora, Lgt. Np Piero De Santis, il Comandante la Stazione dei Carabinieri di Andora, Luogotenente Giorgio Santopoli, il Vice comandante la Polizia locale di Andora, Ispettore Capo Maurizio Mazza e l’Ispettore Marco Benassai della Polizia Penitenziaria di Cairo. Seduti in platea il vice Sindaco di Andora Paolo Rossi e gli Assessori Fabio Nicolini, Maria Teresa Nasi e Monica Risso, il direttore del Porto turistico di Andora Eugenio Ghiglione e il sindaco di Stellanello Claudio Cavallo. Per il comune di Andora ha curato le realizzazione del monumento il dirigente dell’Area tecnica Architetto Paolo Ghione.

Hanno partecipato alla cerimonia Lorenzo Ciuni, presidente dell’Associazione Amici di Andrea Gastaldi di Albenga, i rappresentanti dell’Associazione Arma Aeronautica di Imperia e di Albenga, della Delegazione Liguria Mauriziana oltre che la Croce Bianca e l’Avis di Andora, il Gruppo Alpini Val Merula, l’Associazione Arma Carabinieri, l’Associazione Guardia di Finanza, il gruppo comunale di Protezione Civile Andora, il Circolo Nautico e la Lega Navale di Andora.