Viaggio della memoria, studenti e amministratori di Loano in visita ai campi nazisti

Dachau, Mauthausen, Gusen, Ebensee e il castello di Harteim. Sono le tappe del “Viaggio Studio della Memoria” promosso dalla sezione Aned di Savona-Imperia che si è tenuto nei giorni scorsi.

Advertisements

L’iniziativa ha visto la partecipazione dei 36 vincitori del concorso promosso dalla stessa Associazione Nazionale Ex Deportati nei campi di concentramento nazisti e rivolto agli studenti delle scuole del territorio. Ad accompagnarli gli amministratori dei Comuni che hanno concesso il patrocinio, tra i quali c’è anche quello Loano: in rappresentanza dell’amministrazione loanese c’era l’assessore con delega alla scuola e alle politiche giovanili Manuela Zunino. Tra i partecipanti anche alcuni familiari di Aldo Marostica, ex deportato nei campi di sterminio che fu internato proprio a Mauthausen.

Sabato 6 maggio l’assessore Zunino e Marco Astegiano, nipote di Aldo Marostica, hanno depositato una corona sulla lapide che commemora quanti persero la vita nel sottocampo di Gusen.

Advertisements

Il “Viaggio della Memoria” ha due finalità: la prima è rendere omaggio a tutte le vittime del nazifascismo che furono deportate e assassinate nei lager di Dachau, Gusen, Ebensee, del Castello di Harteim e del campo di Mauthausen e ricordare gli oltre 40 mila deportati politici (compresi quelli delle province di Savona e Imperia) che la mattina del 1^ marzo 1944 aderirono allo sciopero politico indetto dal CLN Alta Italia, la cui maggioranza venne deportata e uccisa a Mauthausen e nei suoi 49 sottocampi.

La seconda finalità è accompagnare i giovani in visita e mostrare loro i luoghi dello sterminio dopo i due anni di interruzione dei viaggi dovuta alla pandemia. E’ stato raccontato agli studenti, anche attraverso le testimonianze dei sopravvissuti, che cosa accade tra il 1943 e il 1945, soprattutto il sacrificio e la resistenza di tutti i deportati che, sopravvivendo, hanno sconfitto il regime nazifascista e hanno dato vita all’Europa dei Popoli e hanno sottoscritto quello straordinario documento politico che è il “Giuramento di Mauthausen”.

La delegazione di Savona e Imperia è stata accompagnata, nella deposizione delle corone ai memoriali nei vari campi, dal presidente della sezione Simone Falco e dal vice presidente vicario professor Jacopo Marchisio, oltre che dai rappresentanti dei Comuni di Savona, Vado Ligure, Finale Ligure, Loano.

Oltre a visitare i campi e a vedere con i propri occhi gli orrori lì perpetrati dai nazisti, i ragazzi hanno preso parte alla cerimonia internazionale per il 78^ anniversario della liberazione del campo di sterminio nazista di Mauthausen tenutasi domenica 7 maggio. In quell’occasione era presente anche il Gonfalone della Città di Vado Ligure, decorato di Medaglia d’Argento al Valor Militare.