Sociale, un milione di euro ai piccoli comuni per sostenere i ragazzi seguiti dalle strutture socioeducative liguri

Assessore Giampedrone: “risorse potenziate nel 2023 per venire incontro alle esigenze del territorio”

sguardo bambino

Regione Liguria ha approvato un avviso pubblico da un milione di euro dedicato ai Comuni con meno di 10mila abitanti, pensato per sostenere questi enti nelle spese affrontate nel corso del 2022 in favore dei minorenni seguiti dalle comunità e strutture socioeducative presenti sul loro territorio.

Advertisements

“In questi anni i Comuni, specie quelli più piccoli, hanno manifestato crescenti difficoltà nel sostenere questo tipo di costi – spiega l’assessore regionale al Terzo settore Giacomo Giampedrone – Vista l’importanza del tema, che tocca l’educazione e l’assistenza di tanti bimbi e ragazzi, per il 2023 si è deciso di potenziare il fondo con ulteriori 100mila euro provenienti dal bilancio regionale, arrivando a stanziare un milione di euro complessivi. Nella ripartizione delle somme – continua l’assessore – c’è stata una particolare attenzione ai Comuni con meno di mille abitanti, con l’aumento delle risorse a loro dedicate da 200mila a 300mila euro”.

I fondi stanziati saranno quindi suddivisi in 300mila euro per i Comuni con meno di mille abitanti, 350mila euro per quelli tra i mille e i tremila e 350mila per gli enti dai tremila ai diecimila abitanti. Il contributo massimo riconosciuto è di 80 euro per ciascuna giornata di presenza in struttura per i Comuni fino a mille abitanti, 60 euro al giorno per quelli tra i 1000 e i tremila e di 40 euro al giorno per quelli tra tremila e 10mila abitanti.
Eventuali fondi in surplus in una delle tre categorie potranno essere utilizzati per le altre, dando priorità agli enti territoriali con popolazione inferiore. Nel caso la dotazione economica non fosse sufficiente a finanziare tutte le richieste pervenute, il contributo verrà ricalcolato in modo proporzionale.

Advertisements