Sanità, diplomati 14 nuovi medici di medicina generale. Ass Gratarola: “una boccata d’ossigeno a rinforzo della medicina territoriale”

Sono quattordici i nuovi Medici di Medicina Generale che si sono diplomati oggi, al termine della discussione delle tesi a conclusione del triennio di formazione specifica in medicina generale. La consegna dei diplomi è avvenuta alla presenza dell’Assessore alla Sanità, Angelo Gratarola, e del Presidente dell’Ordine dei Medici della Liguria, Alessandro Bonsignore. Si tratta dell’ultima sessione del triennio 2018-2021 che ha – complessivamente – formato 61 Medici di Medicina Generale.

“È una boccata di ossigeno che va nella direzione giusta, per quanto sia ancora insufficiente a colmare il gap della carenza di Medici che la Liguria, come il resto del paese, sta soffrendo – dichiara l’Assessore Angelo Gratarola – Questi nuovi Medici vanno a potenziare il territorio che, come previsto dal Pnrr, è l’unico strumento a disposizione per garantire una Medicina di prossimità rendendo gli ospedali più snelli e liberi nell’erogazione di prestazioni sanitarie complesse che sempre di più necessitano di tecnologia e alta specializzazione. La vera grande riforma di potenziamento del territorio e il conseguente miglioramento delle attività ospedaliere rappresentano la madre di tutte le riforme sanitarie e necessitano di coesione di tutte le figure coinvolte in una sfida che si vince o si perde tutti insieme”.

Il decreto legislativo 17 agosto 1999 n. 368 prevede che per l’esercizio dell’attività di Medico di Medicina Generale nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale sia necessario il possesso del diploma di formazione specifica in Medicina Generale. Il diploma di formazione specifica in Medicina Generale si consegue a seguito di un corso della durata di tre anni, riservato ai laureati in Medicina e Chirurgia, abilitati all’esercizio professionale, organizzato ed attivato dalle singole Regioni. A maggio si attende la conclusione della prima sessione ordinaria del triennio 2019-2022, con la formazione in Liguria di altri 30 Medici di Medicina Generale.