Da Oylmpia ad Alassio – Un Mare di Giochi: Ospiti e campioni sportivi per il gran finale

Si concluderà il 5 e 6 gennaio con la partecipazione di personaggi e campioni dello sport, il mese di intrattenimento sportivo e culturale interattivo a tema olimpico con proiezioni, mostre ed eventi. Interverranno (in ordine alfabetico): Rinaldo Agostini (alassino, Allenatore squadra di Vela olimpionica 1996 e 2000), Prof. Franco Ascani (Membro della Commissione Cultura del Comitato Internazionale Olimpico), Evaristo Beccalossi (Ex Calciatore, Capo Delegazione Nazionale Italiana Under-19), Bocciofila Alassina (merito sportivo per l’organizzazione del Mondiale di Bocce), Claudio Chiappucci “El Diablo” (Pluricampione di ciclismo), rappresentanti della Fondazione Milano Cortina 2026, Luca Giaimi (Campione Europeo ciclismo – U.C. Alassio), rappresentanti dell’Hanbury Tennis Club Alassio (100 anni dalla Fondazione) Bianca REVELLO (Campionessa Mondiale – medaglia d’oro tiro al piattello), Filippo Tortu (Medaglia d’oro Olimpica nell’atletica), Sen. Giusy Versace (Campionessa Paralimpica e personaggio televisivo), Marino Vigna (Medaglia d’Oro Olimpica nel ciclismo).

Presso l’Auditorium della Biblioteca Civica Renzo Deaglio, giovedì 5 gennaio alle ore 16, in occasione della Proiezione del Film “Un Coach come padre”, vincitore della Guirlande d’Honneur al Festival Internazionale del Cinema e della Televisione Sportiva (con 130 Paesi partecipanti), interverrà il regista Massimiliano Finazzer Flory con la partecipazione del mondo del basket.

“Un Coach come Padre” è infatti un film con al centro un’autentica storia italiana degna di quella epica americana, ispirata dal basket. C’è un’Italia che giocherà per sempre. La storia di Sandro Gamba diventa un film. Non solo un coach ma un padre per molte generazioni. Un docufilm scritto e diretto dal regista e attore Massimiliano Finazzer Flory, in collaborazione con la FIP, che rimette in campo la Hall of Fame italiana: Gamba ma anche Cesare Rubini e Dino Meneghin.

Venerdì 6 gennaio alle ore 18, è prevista la cerimonia conclusiva di Da Alassio ad Olympia – Un Mare di Giochi, “un Progetto che la Città del Muretto ha inteso avviare in stretta collaborazione con la FICTS – Fédération Internationale Cinéma Télévision Sportifs – spiega Angelo Galtieri Vicesindaco e Assessore al Turismo del Comune di Alassio – unica del settore riconosciuta dal Comitato Internazionale Olimpico per il quale promuove i valori dello sport ed il significato socio-culturale dei Giochi Olimpici e Paralimpici (integrando lo sport con la cultura) nonché la funzione etica, culturale e artistica del Movimento Sportivo attraverso l’effettivo utilizzo del potere dell’immagine sportiva con la televisione, il cinema e i new media​”.

Il simbolo dei Giochi Olimpici, i 5 Cerchi in rappresentanza dei cinque continenti sono stati posizionati in Piazza Airaldi Durante, mentre gli esclusivi filmati emozionali «Olympic Images & E-motions» sono stati proiettati nonstop (480 ore) sullo schermo all’esterno della Chiesa Sant’Anna e all’interno della Biblioteca. La FICTS ha messo a disposizione per tutta la durata dell’evento, con ingresso libero i film vincitori delle ultime edizioni di “Sport Movies & Tv”, nonché l’accesso gratuito alla Piattaforma sportmoviesetv.com a titolo gratuito, la Digital Community di Informazione e Cultura Sportiva con 27.234 video sullo sport che celebrano, raccontano e si ispirano al gesto sportivo.

“Le vie di Alassio sono diventate «spazio espositivo a cielo aperto» – prosegue Galtieri – per accogliere le esclusive immagini del Comitato Internazionale Olimpico e i poster dei Giochi di tutti i tempi”. Sono 4 le Mostre a tema Olimpico (che, al termine dell’evento, rimarranno a disposizione della Città di Alassio): “1956-2026: Ghiaccio e neve per i Giochi”: le più belle immagini (40 pannelli) dei Giochi Invernali da Cortina 1956 verso Cortina 2026; “Olympic Winter Poster”: i Poster Ufficiali dei Giochi Invernali di tutti i tempi (22 pannelli); “Paralympic Emotions”, le emozionanti immagini (12 pannelli) dei Giochi Paralimpici da Tokyo 2020 a Pechino 2022; “Women and the Games”: le immagini (20 pannelli) delle Donne che hanno fatto la storia dei Giochi”

Ed ora il gran finale con grandi nomi di ieri e di oggi. “Molti alassini – aggiunge Roberta Zucchinetti, presidente del Consiglio Comunale con delega allo Sport – tra i protagonisti di questa giornata, a testimonianza di quanto Alassio abbia dato e dia tuttora allo sport dalla vela, all’atletica, al ciclismo e molto altro ancora. Ma anche grandissimi nomi come quello di Marino Vigna, medaglia d’Oro Olimpica nel Ciclismo e Filippo Tortu, medaglia d’oro olimpica nell’atletica”.

“Un evento che ha caratterizzato tutto il periodo delle festività natalizie – la conclusione di Galtieri – che vuole essere un primo assaggio di una collaborazione che Alassio sta attivando con la Ficts nella prospettiva delle Olimpiadi Invernali di Milano e Cortina previste nel 2026”.