Albenga non aumenta le tasse e investe in progetti e servizi

Per il quarto anno consecutivo Albenga riesce ad approvare in Consiglio comunale il bilancio di previsione (da 54.240.495 euro) entro fine anno e lo fa mantenendo invariate (dal 2019) le tariffe delle imposte comunali mantenendo o anzi, dove possibile, migliorare i servizi.


Trova il regalo perfetto in Amazon
Regali! Tante idee e tante promozioni

Spiega l’assessore al Bilancio Silvia Pelosi: “Approvare il bilancio entro il 31 dicembre comporta importanti benefici, in particolare la possibilità di avere operatività immediata nel prossimo anno. Riuscirci non è stato facile specie a fronte delle difficoltà legate al periodo storico che stiamo vivendo a causa della crisi economica legata alla pandemia e alla guerra in Ucraina. Uno dei primi obiettivi rispettati è stato quello di decidere di non aumentare le tasse. Le tariffe delle principali imposte e tasse comunali (Imu, Tasi, Addizionale comunale all’IRPEF) sono rimaste invariate rispetto al 2019″.

Discorso a parte deve essere fatto per le tariffe della TARI la cui scadenza è stata sganciata dal Bilancio di Previsione proprio per evitare aumenti quasi imposti ed è stata spostata al 30 aprile di ogni anno in concomitanza con l’approvazione del P.E.F. relativo al triennio di competenza. Anche le altre tariffe a domanda individuale non hanno subito aumenti così come le tariffe del canone unico patrimoniale. Il tutto questo mantenendo al contempo i servizi offerti ai cittadini”.

Importante, inoltre il programma delle opere pubbliche che l’Amministrazione ha stabilito per il 2023. Tra le voci principali ricordiamo:

ANNO 2023TOTALE
ADEGUAMENTO SISMICO PALESTRA SCUOLE PACCINI E RISTRUTTURAZIONE ESTERNA E INTERNA
530.000,00
SISTEMAZIONE E RESTAURO PIAZZA DELLA CHIESA LUSIGNANO
172.000,00
ADEGUAMENTO STADIO RIVA – .300.000,00
PROGRAMMA DI RIGENERAZIONE URBANA – LOCALITA’ VADINO – RIQUALIFICAZIONE EX MATTATOIO330.000,00
REGIMAZIONE DELLE ACQUE DELLA ZONA COMPRESA TRA RIO CIAMBELLINO E RIO CARPANETO A VALLE DELLA SP6150.000,00
ADEGUAMENTO PISCINA COMUNALE150.000,00
RIQUALIFICAZIONE CIMITERO SAN GIORGIO
500.000,00

MANUTENZIONE FACCIATE SCUOLA MEDIA LECA
350.000,00
AMPLIAMENTO CIMITERO DEL CAPOLUOGO – 2^ LOTTO
260.000,00
RIPRISTINO FUNZIONALITA’ IDRAULICA MANUTENZIONE STRAORDINARIA DI RII SUL TERRITORIO – 2023300.000,00
MANUTENZIONE E INTEGRAZIONE STRADE TAGLIAFUOCO – PSR400.000,00
SISTEMAZIONE PIANI VIABILI E MARCIAPIEDI62.500,00
SISTEMAZIONE FACCIATE E SERRAMENTI SCUOLA VIA DEGLI ORTI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DOPO AVER PROVVEDUTO AD ESEGUIRE E COMPLETARE GLI INTERVENTI DI ADEGUAMENTO ANTINCENDIO E ANTISISMICO1.790.000,00
ADEGUAMENTO PONTI STRADALI VIA CHE GUEVARA – RIO CARENDA E ANTOGNANO550.000,00
INTERVENTI DI RIGENERAZIONE URBANA FRAZIONE LUSIGNANO1.500.000,00
INTERVENTI DI RIGENERAZIONE URBANA FRAZIONE BASTIA1.500.000,00
INTERVENTI DI RIGENERAZIONE URBANA FRAZIONE CAMPOCHIESA1.400.000,00
RIQUALIFICAZIONE PIANI VIABILI E MARCIAPIEDI VIA PAPA GIOVANNI XXIII350.000,00
REALIZZAZIONE MOLO MULTIFUNZIONALE – PONTILE DARSENA186.295,00
MANUTENZIONE STRAORDINARIA PATRIMONIO406.100,00
 TOT11.124.395,00

Spiega l’assessore Pelosi: “Oltre al piano delle opere pubbliche che intendiamo realizzare, mi preme ricordare gli interventi dei quali si prevede l’esecuzione nel 2023 e finanziati negli anni precedenti, in particolare la pista ciclabile (770 mila euro), l’asilo nido di via Torino (fondi PNRR 1.430.000 euro), rifacimento asfalti in diverse vie cittadine (1.200.000 euro), prevenzione incendi scuola Campochiesa (125.000 euro), rifacimento marciapiede in via Trieste (130.000 euro)”.

Novità anche per quel che concerne il personale. Spiega l’assessore al bilancio: “Il 2022 è stato, pertanto, il primo anno dopo circa un decennio nel quale si è potuta realizzare una politica del personale rivolta alla completa sostituzione dei dipendenti cessati (in numero di 15) e lo si è fatto attraverso scelte che hanno portato all’assunzione (in numero di 15) di personale altamente qualificato e con specifica professionalità, assistenti sociali, funzionari tecnici e amministrativi, agenti di polizia locale.”

Albenga digitale: 500 mila euro per l’innovazione tecnologica

Durante il consiglio comunale di discussione del Bilancio di Previsione di ieri sera, tra i punti toccati, quello relativo ai fondi PNRR. Albenga non è rimasta ferma su tale punto riuscendo ad ottenere oltre 8 milioni di euro. Tra questi, 500 mila euro per la digitalizzazione.

Afferma il consigliere Vincenzo Munì: “Siamo molto soddisfatti per l’approvazione di questo bilancio di previsione che nonostante le tante difficoltà del periodo, non vedrà aumentare le tariffe delle imposte comunali, garantendo comunque alla cittadinanza i servizi. Un bilancio che prevede, inoltre un piano di sviluppo a 360° delle città di Albenga nei prossimi anni. Dalla viabilità, alla cura per l’ambiente, dalle infrastrutture alla sicurezza, dal sociale alla digitalizzazione.
Proprio in riferimento a quest’ultimo aspetto, avendone la delega, sono soddisfatto di poter annunciare che come Comune abbiamo partecipato a diversi bandi del Pnrr e abbiamo visto approvare progetti per oltre 500 mila euro per la digitalizzazione e l’innovazione tecnologica. Questi lavori che saranno eseguiti prossimamente e garantiranno un migliore e più rapido accesso ai servizi, una semplificazione ed in sintesi quindi anche una maggiore sburocratizzazione a vantaggio della cittadinanza.”

Albenga investe sulle tematiche sociali

Albenga punta sul sociale e nel sostegno alla persona.
Questo quanto emerge dal bilancio di previsione e facendo il punto dell’anno appena trascorso.
Afferma l’assessore alle politiche sociali Marta Gaia: “Il 2022 è stato caratterizzato da una crisi economica e sociale dovuta soprattutto dal post Covid, ma anche dal conflitto internazionale ancora in atto tra Russia e Ucraina che ha generato un rincaro dei costi delle materie prime e una crisi energetica.
Su tutto il territorio nazionale ha inciso negativamente lo sblocco degli sfratti che hanno acuito ed evidenziato un problema abitativo presente anche sul nostro territorio”.

“In un contesto così difficile abbiamo cercato di far fronte a tutti i bisogni sia in termini economici sia sociali.
L’Ufficio. Politiche sociali che negli ultimi due anni ha visto implementare il numero delle assistenti sociali con due unità in più assunte dal Comune a tempo indeterminato, insieme all’Amministrazione ha cercato di trovare soluzioni abitative, purtroppo spesso temporanee, per tutti evitando di inserire in struttura mamme con minori obbligandoli a dividersi dal padre.
Il problema alloggi si è evidenziato anche per il gran numero di ucraini che hanno raggiunto in territorio comunale: 50 attualmente ospitati nelle abitazioni facenti parte di percorsi di accoglienza (tra cui un appartamento per un nucleo di 8 persone di proprietà del comune) e 30 ospitati da amici o parenti già sul territorio.
Il 2022 è stato quindi caratterizzato da un susseguirsi di emergenze e rispettivi aiuti.
Nel 2023 si inizieranno a vedere i frutti dei numerosi bandi sia del PNRR sia regionali, come distretto o come ats, a cui abbiamo partecipato e avuto accesso ai fondi.
Vedremo la realizzazione di tre appartamenti che ospiteranno 8 persone con disabilità favorendo così il raggiungimento dell’autonomia ( 476. 600 euro)”.

“Albenga sarà comune capofila dei due distretti (albenganese e finalese) con circa 40 comuni, per il progetto PIPPI al fine di supportare le famiglie a rischio ed evitare l’istituzionalizzazione di minori (211.000 euro ).
Ristruttureremo un immobile di proprietà comunale per la realizzare l’housing temporaneo e la stazione di posta per senza fissa dimora (545.000 euro).
Abbiamo in programma interventi su due immobili in stato di abbandono e teatro di occupazioni illecite per la realizzazione di una cinquantina di posti letto per lavoratori in agricoltura e un polo servizi da dedicare a corsi di formazione in abito lavorativo corsi di italiano, sportelli polifunzionali per l’orientamento nelle pratiche burocratiche, sala conferenze e bottega sociale con cucina laboratorio di trasformazione e piccolo ristorante (4.162.000 euro)”.

“Abbiamo avuto inoltre accesso al bando regionale per la concessione di contributi per la realizzazione di interventi diretti a favorire l’inclusione delle persone con disabilità che permetteranno nel 2023 di acquistare un pulmino per le associazioni sportive per ragazzi con disabilità, acquistare e installare un gioco inclusivo al parco Peter Pan, contribuire agli arredi interni al fine di realizzare laboratori occupazionali nel nuovo Centro Diurno E.Simone gestito da Anffas che è oggetto di una totale ristrutturazione in Regione Rapalline”.

“Grazie alla condivisione dell’obiettivo di tutta la maggioranza si sono riusciti a mettere a bilancio 137.200 euro per la realizzazione del campo solare estivo che già nel 2020 e nel 2021 ha riscontrato l’apprezzamento di bambini e famiglie per le tante attività svolte e per i luoghi ad esso destinato.
I progetti sociali, per tutte le fasce di età, in cantiere per il 2023 sono tanti e volti a rendere autonomi buona parte delle persone afferenti al sociale.
Tutto ciò è possibile solo grazie alla costante collaborazione con lo staff dell’U.O. Politiche sociali e del Distretto e in particolari con le assistenti sociali che ringrazio sentitamente.”



AGENDE E CALENDARI -50% in IBS