All’Ospedale San Paolo di Savona arriva un nuovo
ecografo portatile multidisciplinare

Destinato principalmente alla Chirurgia generale diretta dal dott. Galleano, verrà messo a disposizione anche ad altre specialità

Nella foto, da sx a dx: Unione industriali SV Alessandro Berta; responsabile amministrativo stabilimento esso di vado Alessandro Malinverni; Direttore Stabilimento Esso di Vado ing. Giovanni Lucrezi; Presidente CRESCI Carlo Mantero; Direttore Generale di Asl2 Marco Damonte Prioli; Direttore del Dipartimento Chirurgico diAasl2 Raffaele Galleano

Giovedì 22 Dicembre alle ore 15.30 presso la sala Vaira dell’Ospedale San Paolo di Savona, alla presenza del Direttore Generale Asl2 Savonese Dott. Marco Damonte Prioli si è svolta la cerimonia di consegna di un ecografo portatile multidisciplinare destinato al Reparto di Chirurgia Generale diretto dal Dott. Raffaele Galleano.

Advertisements

Questa importante donazione, del valore di oltre 10.000 euro, è stata possibile grazie alla collaborazione tra Unione Industriali di Savona ed Esso Italiana Stabilimento Lubrificanti di Vado Ligure, azienda che ha confermato la sua attenzione al territorio, entro cui opera da quasi 100 anni.

L’ecografo verrà utilizzato dagli specialisti della S.C. Chirurgia Generale ed Oncologica e dalla Otorinolaringoiatria del San Paolo. La sua acquisizione permetterà di eseguire molte valutazioni direttamente al letto della persona ricoverata evitandone spostamenti inutili e migliorando le capacità diagnostiche terapeutiche di medici e infermieri.” – spiega il Dott. Galleano.

Advertisements

Con questo strumento sarà possibile studiare il torace per valutare versamenti o aria libera, l’addome per valutare l’infiammazione della colecisti e l’appendice, eventuali raccolte o versamenti e il contenuto vescicale. Inoltre sarà possibile studiare la pervietà delle vene degli arti inferiori. Lo strumento permette anche di eseguire manovre operative come guidare la puntura di vene del braccio o del collo per mettere a dimora le infusioni terapeutiche riducendo l’impatto sul Paziente; di guidare il drenaggio di fluidi dal torace, e di aspirare e drenare eventuali raccolte addominali.

L’Associazione Cresc.i OdV è stata felice di collaborare con due importanti realtà locali come Esso Italiana Vado ed Unione Industriali Savona per procedere all’acquisto del macchinario e per sostenere ancora una volta l’Ospedale San Paolo di Savona.” commenta Carlo Mantero, presidente di Cresc.i.

È un segnale importante per tutta la comunità savonese quello che rappresentiamo qui oggi alla presenza di Associazioni di volontariato, Enti ed Aziende radicate nel territorio, che insieme hanno unito le forze a sostegno dei nostri specialisti per la diagnosi e la cura dei pazientidichiara il Direttore Generale Marco Damonte Prioli -“Vogliamo ringraziare Unione Industriali di Savona, Esso di Vado Ligure, e tutti i soggetti che a vario titolo hanno collaborato per portare a termine questa iniziativa.”