Attivata nel porto di Andora la prima lanterna semaforica di Protezione civile

Un progetto realizzato da Arpal, A.M.A. e Comune che permette di segnalare venti di burrasca forte o mareggiate intense

Attivata questa  mattina nel Porto Turistico di Andora  la prima Lanterna Semaforica di Protezione Civile per la diffusione degli avvisi  per eventi avversi meteo marini. Andora è il primo porto ligure ad ospitare un sistema di segnalazione  luminoso che permette di  evidenziare in tempo reale ai diportisti, ai pescatori e agli sportivi l’emissione di UN AVVISO METEO PER MAREGGIATA intensa O VENTI FORTI di burrasca diramato dalla Protezione Civile. 

Il cartello luminoso è stato pensato e realizzato, nell’ambito del progetto Gias, Interreg Marittime, grazie alla collaborazione fra Arpal, Protezione civile, A.M.A., Comune di Andora. 

 “È una innovazione in cui abbiamo fortemente creduto, possiamo definirlo un progetto pilota sviluppato con Arpal che ha saputo mettere a frutto i fondi del progetto Gias a tutto vantaggio della sicurezza e informazione di chi vive e opera in mare tutti i giorni – ha dichiarato il presidente dell’A.M.A. Fabrizio De Nicola – Il sistema dà evidenza in tempo reale a dati che nel sistema di Protezione Civile non hanno un colore specifico e offre ai diportisti ulteriori informazioni utili ad aumentare la sicurezza in mare. Ringrazio  il Direttore dell’Arpal Carlo Emanuele Pepe, tutti i suoi funzionari e quelli del comune di Andora, per la collaborazione che si è instaurata: è preziosa e aumenta concretamente le risorse e gli strumenti a favore della diffusione della sicurezza in mare”. 

Attualmente, secondo le procedure di allertamento regionale non c’è un codice di colore per identificare questo rischio.

Spiega Francesca Giannoni, Dirigente del Centro funzionale meteo idrologico Arpal presente ad Andora con l’ingegnere Tania Del Giudice che ha seguito la realizzazione tecnica della Lanterna.

“L’avviso per venti di burrasca forte o mareggiate intense è presente nella messaggistica di Arpal, su fondo nero ed è molto utile per chi opera sul mare e per i diportisti  – spiega la dirigente – Realizzare il sistema luminoso,   è un modo per potenziare la visibilità di queste informazioni oggi meno evidenti, ma non meno importanti perché relativi a fenomeni legati in particolare al mare. Auspichiamo che il debutto ad Andora di questo sistema, possa dare il via ad un uso diffuso in altri porti”. 

Arpal e Porto di Andora, hanno già collaborato in passato.

“Mi complimento con l’Arpal e l’ A.M.A. per la capacità di collaborazione e per gli ottimi risultati raggiunti che vedono oggi il porto di Andora attivare una novità assoluta nel mondo della sicurezza nell’ambito del sistema di Protezione Civile – ha dichiarato il Sindaco di Andora Mauro Demichelis – Il porto turistico di Andora conferma la sua capacità di innovare e lavorare per la sicurezza dei diportisti e la tutela del mare. Ringrazio l’ Arpal, il CdA dell’A.M.A. ed in particolare dal Presidente Fabrizio De Nicola, impegnato in prima persona per favorire la realizzazione di questo progetto”.