English Library di Alassio: un volume sulla sua storia dal 1875 ai giorni nostri

A cura di Alessandro Bartoli con la collaborazione di Jacqueline Poole Rosadoni e Bruno Schivo il volume ne ripercorre le vicende dall'anno di fondazione da parte del pastore anglicano John Hayes, per poi descrivere le vite delle tre donne che si sono succedute a dirigerla e che ne hanno segnato la storia

Sabato 10 dicembre, alle ore 17,00, all’Auditorium “Roberto Baldassarre” della Biblioteca Civica, si terrà la presentazione del volume “English Library di Alassio” celebrativo dei 140 anni dalla nascita e del suo fondo inglese a cura di Alessandro Bartoli con la collaborazione di  Jacqueline Poole Rosadoni e Bruno Schivo

Come è ormai noto, Alassio è stato un piccolo angolo di Inghilterra sulla Riviera italiana. L’Hanbury Tennis Club, l’ex chiesa anglicana, i giardini di Villa della Pergola sono testimonianze di un’epoca in cui la colonia inglese superava i 1000 residenti durante la stagione invernale.

Questo volume, edito da Marco Sabatelli, è stato promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Alassio con il sostegno dalla Fondazione De Mari CR Savona e ripercorre la lunga storia della biblioteca inglese più antica d’Italia e tra le più antiche in Europa, la seconda biblioteca su tutto il territorio nazionale, dopo quella di Firenze, per numero e importanza dei volumi in lingua inglese conservati e catalogati.

Durante i tre secoli che ha attraversato la English Library ha superando due guerre mondiali, sopravvivendo anche al lento tramonto della grande colonia britannica che visse ad Alassio per oltre un secolo. Tra i suoi scaffali si sono soffermati Sir Thomas Hanbury, il compositore Edward Elgar, il grecista Lewis Campbell, l’ammiraglio Arthur Limpus, il compositore Philip Napier Miles e molti altri ancora.  

Nel volume si narrano le vicende della biblioteca inglese dal 1875, anno di fondazione da parte del pastore anglicano John Hayes, per poi descrivere le vite delle tre donne che si sono succedute a dirigerla e che ne hanno segnato la storia: Hilda Lamport discendente di una facoltosa famiglia di armatori di Liverpool, Lady Ruth Hanbury moglie di Daniel Hanbury e Jacqueline Poole Rosadoni l’ultimo anello di una storia di quasi 150 anni. 

Alessandro Bartoli, il curatore, ne ha ricostruito le vicende dalle origine ad oggi, consultando archivi, documenti e ricercando testimonianze in Inghilterra e Italia, Bruno Schivo ne ha studiato e illustrato il prezioso patrimonio librario mentre Jacqueline Rosadoni ha ripercorso i suoi lunghi e felici anni come bibliotecaria. Infine Carolyn Hanbury ha scritto un breve saggio sulla famiglia Hanbury ad Alassio la cui storia si intreccia con quella di Villa della Pergola e del suo grande e antico giardino.