XXIII Edizione del Festival Internazionale del doppiaggio “Voci nell’ombra”: i vincitori del Premio Anello d’Oro 2022

GENOVA – La XXIII edizione del Festival Internazionale del Doppiaggio “Voci nell’Ombra”, diretta da Tiziana Voarino, si è conclusa domenica 4 dicembre 2022 a Genova nel Salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale con la cerimonia di premiazione degli Anelli d’Oro alle migliori voci e ai professionisti del settore che si sono distinti nel 2022. Una vera e propria festa, condotta con eleganza e simpatia da Maurizio Di Maggio e Patrizia Caregnato, tra musica dal vivo e momenti di comicità. Ma la vera protagonista è stata l’emozione di chi ha visto coronata la propria carriera con un riconoscimento che dall’ombra della sala di registrazione lo ha portato al centro della scena e sotto le luci della ribalta. Il Premio “Claudio G. Fava” alla carriera, intitolato a uno dei fondatori del Festival, è stato assegnato a Luca Biagini, doppiatore fra gli altri di John Malkovich, Colin Firth, Michael Keaton, Hugo Weaving, nonché protagonista della fiction Rai “Sopravvissuti”, girata a Genova. L’Anello d’Oro per il miglior doppiaggio generale nella sezione Cinema è andato a Rodolfo Bianchi per avere diretto la versione italiana del film “Macbeth” di Joel Coen. L’Anello d’Oro per le migliori voci maschile e femminile del cinema è stato assegnato a Roberto Chevalier, doppiatore di Tom Cruise in “Top Gun: Maverick”, e a Federica De Bortoli, doppiatrice di Kristen Stewart nel film “Crimes of the Future”. Le migliori voci nel settore televisione sono quelle di Emiliano Coltorti, Jared Leto/Adam Neumann nella serie “We Crashed”, e Laura Romano, doppiatrice di Viola Davis in “The First Lady”, dedicato a Michelle Obama. L’Anello d’Oro per il miglior doppiaggio generale televisivo è stato assegnato a Stefano Benassi per “Stranger Things”. Il premio per l’adattamento dei dialoghi è andato ad Valerio Piccolo per il film “Elvis” e a Marco Barbato per la serie televisiva “House of the Dragon”. Nella sezione Prodotti di animazione l’Anello d’Oro e il Premio “Le Voci di Cartoonia 2022” sono stato vinti da Chiara Fabiano, la voce di Meilin “Mei” Lee in “Red”, mentre per la sezione Programmi d’informazione, il conduttore della trasmissione Rai “Geo” Emanuele Biggi ha ritirato l’Anello d’Oro e l’Anello Verde 2022, quest’ultimo a sottolineare la qualità, la sensibilità e la competenza nel trattare i temi ambientali.

Il Festival dedica un ’attenzione particolare all’accessibilità dei prodotti culturali e di intrattenimento delle persone disabili della vista o dell’udito, dimostrata anche dalla traduzione simultanea in LIS, la lingua dei segni, non solo della finale ma di molti altri appuntamenti. L’Anello d’Oro nella sezione Accessibilità è stato assegnato all’audiodescrizione di Chiara Merlenghi per “Siccità” di Virzì, mentre il Premio Speciale Accessibilità – per una fruizione a 360° è andato al cartone animato “Lampadino e Caramella nel MagiRegno degli Zampa”, prodotto da Animundi e in onda tutti i giorni su Rai Yoyo, prima produzione fruibile anche da bambini con difficoltà sensoriali, grazie a sottotitoli con speciali sintassi per permettere una più facile lettura, font ad alta leggibilità, voce narrante come ulteriore sussidio per i bambini disabili visivi, forme e colori appositamente studiati per i disturbi dello spettro autistico.

Gli Anelli d’Oro nella Sezione Audionarrazioni 2021 e 2022 sono stati consegnati sabato 3 dicembre nella Pinacoteca Civica di Savona, vinti da Sergio Ferrentino e Gabriele Calindri, rispettivamente regista e interprete del radiodramma “Utoya: uno di noi”, andato in onda sulla Radio Televisione Svizzera e dedicato agli attentati terroristici avvenuti in Norvegia nel 2011. Il PREMIO SIAE è andato a Carlotta Cosolo, dialoghista di film come “Il potere del cane” e della serie tv “La regina degli scacchi”, mentre il Premio “Ludovica Modugno” in collaborazione con Paolo Modugno e il NUOVO IMAIE è andato ad Alessandro Carloni.

Tra i premi speciali, da segnalare il Premio alla Carriera – Professioni dietro lo schermo ai musicisti Pivio e Aldo De Scalzi, autori di numerose colonne sonore da “Harem Suaré” all’ultimo “Diabolik – Ginko all’attacco!”. Il Premio internazionale Cinema/Audiovisivo & Sostenibilità a Fabrizia Castagnoli per la direzione e l’adattamento dei dialoghi di “Alcarràs, l’ultimo raccolto”. Infine, i premi dedicati ai podcast, sempre più diffusi fra il grande pubblico. Il Premio Podcast 2022 è andato a Giorgio Viaro, giornalista, critico cinematografico e direttore della rivista “Best Movie” per “Lost in The Space”, mentre il Premio Podcast 110 e lode a RadUni per “CineUni”.

La ventitreesima edizione del Festival è sostenuta da MiC – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, Fondazione Agostino De Mari, Regione Liguria, SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, Nuovo IMAIE, Quidam – azienda savonese con un’esperienza quarantennale nella lavorazione del vetro piano, BPER Banca, Artis Project e da Tiziana Lazzari Cosmetics Dermatology. Partecipa con “Voci alla Ribalta” al Bando Genova Città del Festival con il sostegno di Comune di Genova, Genova Città dei Festival, Iren e Coop Liguria.