Medusei : “atti vili e codardi contro le donne vanno combattuti ogni giorno. Anche il Consiglio regionale sta cercando di fare la sua parte”

Il Palazzo di Regione Liguria in Piazza De Ferrari a Genova

“I femminicidi, gli atti vili e codardi contro le donne vanno combattuti ogni giorno, non solo il 25 novembre”. È quanto sostiene il presidente dell’Assemblea legislativa della Liguria, Gianmarco Medusei, illustrando gli strumenti del Consiglio per fronteggiare l’ondata di violenza in crescita.
Medusei ricorda, tra l’altro, che una commissione consiliare, la quinta, si occupa anche delle pari opportunità. È presieduta da Fabio Tosi, consigliere di minoranza e la vicepresidente è Veronica Russo. La commissione vuole assicurare le pari opportunità fra uomo e donna, la realizzazione della parità giuridica, sociale, economica e di rappresentanza.

“La commissione sta facendo un ottimo lavoro, con costanza e grande impegno, seguendo da vicino la realtà ligure ”, ribadisce Medusei. 
Continua il presidente: “Negli ultimi quattro anni si segnala un costante aumento dei casi: uomini che maltrattano, violentano e uccidono donne, soprattutto fra le mura domestiche. Per invertire la rotta è necessario un profondo lavoro culturale all’interno della nostra società”.

Il presidente ricorda l’importanza del 1522, numero gratuito e attivo 24 ore su 24, che accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking. “Nel primo trimestre del 2022, le chiamate sono state due al giorno. Ancora troppe” – conclude Medusei