Mattia-Spiderman Villardita al Chiabrera per la presentazione del suo libro in anteprima nazionale

Venerdì 28 ottobre alle 21 una grande festa dedicata alla solidarietà, aperta a tutta la cittadinanza

Venerdì 28 ottobre alle ore 21 nel Teatro Chiabrera si terrà , in anteprima nazionale, la presentazione del libro autobiografico di Mattia Villardita IO E SPIDER-MAN. Storia vera di un supereroe normale (edizioni Salani).

Mattia, il cittadino savonese, che ha commosso il Papa e il Presidente della Repubblica (dal quale è stato nominato Cavaliere della Repubblica nel 2021) racconta, nel libro, la storia del ragazzo che nei panni del supereroe Spiderman fa brillare i sorrisi dei bambini ricoverati in ospedale.

Ma la storia inizia vent’anni e molte operazioni prima, quando quel ragazzo, bambino di sette anni, in un letto d’ospedale sogna che Spiderman compaia dalla finestra e lo accompagni a fare il prelievo di sangue . “….con Spiderman al mio fianco la puntura non è più un problema”.

Mattia è venuto da me – ha spiegato l’assessore alla Cultura Nicoletta Negro – dicendomi che stava scrivendo un libro sulla sua storia e che avrebbe voluto che venisse presentato a Savona, in anteprima nazionale. Ci siamo messi insieme, perché il suo sogno diventasse realtà, perché era giusto che questa storia fosse raccontata a Savona in primo luogo e perché la sua comunità fosse lì per raccontarla insieme con lui. Venerdì non sarà una semplice presentazione di un libro, ma una vera festa dell’inclusione”.

Ed ecco allora la presentazione del 28 ottobre in un evento condotto da Renata Barberis, organizzato dall’Assessore Negro che ha coinvolto anche l’assessore Riccardo Viaggi (Comunità e Welfare) e il consigliere Roberto Besio, in collaborazione con l’Associazione Semplicemente Danza.

Ha spiegato Renata Barberis: “La serata vuole essere un importante momento di condivisione con la cittadinanza e anche una testimonianza di come sia possibile operare una trasformazione del dolore personale in energia positiva al servizio del dolore altrui”.

La storia di Mattia è molto bella – ha detto l’assessore Viaggi – così come la sua idea di restituire qualcosa e di unire le persone. La sua è una testimonianza che arricchisce, venerdì tutti i presenti se ne renderanno ben conto”.
“Sono molto contento di essere stato coinvolto in questo progetto di relazioni umane – ha detto il consigliere Besio – Una volta di più quest’esperienza dimostra che il dolore può inaridire ma può anche trasformare. L’importante è che venerdì ci siano tanti giovani”.

Durante la serata di venerdì si alterneranno coreografie dei “piccoli grandi ballerini di “Semplicemente Danza“ in rappresentanza del lavoro inclusivo curato da Luisella Frumento, riflessioni con Villardita supportate da testimonianze di mamme e letture a cura dell’attrice Margherita Sirello con accompagnamento musicale della flautista Silvia Schiaffino.

Spero che gli spettatori escano dal teatro – dice il protagonista della serata, Mattia Villardita – con qualcosa in più. E che si chiedono: ‘Io cosa posso fare per dare una mano?”.

Nel foyer del teatro le Associazioni di Volontariato cittadine esporranno materiale informativo per presentare i loro progetti.

La serata è a ingresso libero. Gli organizzatori sperano in una grande partecipazione da parte della cittadinanza.