Loano e Finale adottano Nowtice, la piattaforma di comunicazione istantanea per emergenze e non solo

I Comuni di Loano e di Finale Ligure hanno deciso di adottare Nowtice, il software di comunicazione che consente di inviare a tutti gli utenti iscritti messaggi istantanei riguardanti le allerte o i bollettini meteo, la viabilità e le emergenze che si verificano sul territorio, così come comunicazioni generiche rispetto a situazioni per le quali si rende necessario informare nel minor tempo la più ampia fascia di popolazione possibile.

Sviluppato dall’azienda torinese Regola, con questo sistema è possibile inviare due differenti tipologie di messaggi.

La prima tipologia sono le “allerte pubbliche”, cioè messaggi di emergenza o comunicazioni ordinarie rivolte in modo massivo a cittadini, utenti di siti web e iscritti alle pagine dei social network. Questi messaggi possono essere inviati in caso di situazioni critiche (ad esempio le allerte meteo) o in scenari quotidiani (ad esempio per comunicare le variazioni alla viabilità, la chiusura di scuole e uffici o quanto altro di pubblico interesse ).

Il sistema consente al cittadino di rimanere costantemente aggiornato attraverso la ricezione dei messaggi di allerta su più canali di comunicazione: scaricando l’applicazione Flagmii su Google Play (https://play.google.com/store/apps/details?id=regola.flagmii&hl=it&gl=US) o su App Store (https://apps.apple.com/it/app/flagmii/id658216360); scaricando l’App Io (per i residenti non è necessaria nessun’altra azione, per i non residenti è necessario iscriversi ad Allerteitalia indicando il proprio codice fiscale; unendosi al canale Telegram dedicato (https://t.me/PLrivieradiponente); iscrivendosi al portale AllerteItalia (https://tinyurl.com/AllerteItaliaFinaleLigureLoano) e compilando tutti i campi della registrazione si consentirà alle amministrazioni di inviare comunicazioni direttamente sul proprio indirizzo di posta elettronica o PEC ed solo in caso di necessità inviare SMS o chiamate personalizzate in base alle informazioni fornite sulla propria residenza. Restano attivi gli altri sistemi di allertamento già noti: i pannelli luminosi presenti sulle strade; il sito istituzionale del Comune di Loano e quello del Comune di Finale Ligure; le pagine social di Facebook, Instagram e Twitter di PLrivieradiponente.

Le “allerte private”, invece, permettono di inviare messaggi riservati a destinatari selezionati. I messaggi privati non sono visibili sui canali pubblici e sono tipicamente utilizzati per comunicare con operatori tecnici, squadre di intervento, referenti di Enti e istituzioni. Per esempio è possibile inviare messaggi privati per pre-allertare i responsabili di protezione civile nel caso di rischio meteorologico.

Il sistema sarà in dotazione al servizio di protezione civile e polizia locale e sarà gestito dalla Centrale Operativa Unica dell’Associazione delle Polizie Locali di Loano e Finale Ligure.

Attraverso la sezione dedicata alle “liste private” di destinatari, le amministrazioni di Loano e Finale si propongono di implementare la lista di contatti degli addetti ai lavori e di far convergere le comunicazioni ufficiali su questo sistema durante le varie fasi delle emergenze. La compilazione di “liste private”, oltre alla platea degli addetti ai lavori, può essere estesa ad altre categorie potenzialmente coinvolte nel sistema di protezione civile, come strutture alberghiere, imprese edili, stabilimenti balneari e altre.

Particolare rilievo verrà dato ai contatti privati che rientrano nella categoria dei “soggetti fragili”, i quali saranno destinatari di particolari attenzioni tanto in fase di pre-allertamento che in fase di soccorso.

Inoltre, tramite l’utilizzo del portale di localizzazione e videostreaming Flagmii Eml (Emergency Mobile Link) la centrale di polizia locale avrà la possibilità di gestire casi di emergenza interagendo direttamente con chi richiede aiuto per mezzo delle funzioni di geolocalizzazione: ciò consentirà di attivare forme di soccorso opportune. Il sistema di gestione delle emergenze di Flagmii a disposizione della Centra Operativa dispone anche di un sistema integrato per la traduzione simultanea multilingue, in grado di dare una pronta risposta ai turisti stranieri presenti sul territorio.

In occasione dell “Settimana della Protezione Civile” in programma dal 10 al 16 ottobre, le amministrazioni comunali di Loano e Finale Ligure hanno deciso di promuovere sul territorio una campagna informativa e di organizzare una serie di gazebi informativi presso i quali i cittadini potranno ricevere dai volontari Pc-Aib tutte le informazioni del caso e, soprattutto, apprendere la procedura necessaria per registrarsi e quindi entrare a far parte della “rete” di Notwice. E sempre nel mese di ottobre all’interno delle scuole dei due comuni prenderà il via una campagna volta a promuovere l’utilizzo della nuova piattaforma tra gli alunni ed i loro genitori.

A Finale Ligure gli incontri si terranno: lunedì 10 ottobre alle 20.45 a Palazzo Ricci in piazza Santa Caterina a Finalborgo; mercoledì 12 ottobre alle 20.45 al centro civico Fontana di Varigotti; giovedì 13 ottobre dalle 9 alle 12 in piazzale Buraggi a Finalmarina (in occasione del mercato settimanale); nella mattinata di sabato 15 ottobre in via Drione a Finalpia e nella mattinata e nel pomeriggio sempre di sabato 15 ottobre in piazza di Spagna a Finalmarina; nella mattinata e al pomeriggio di domenica 16 ottobre in piazza di Spagna a Finalmarina (postazione “Io non rischio 2022”); nella mattinata di domenica 16 ottobre in piazza Garibaldi a Finalborgo; lunedì 17 ottobre alle 20.45 al cinema Angelicum di Finalpia; mercoledì 19 ottobre alle 20.45 in Sala Gallesio in via Pertica a Finalmarina; lunedì 24 ottobre alle 20.45 presso la Pro Loco di Gorra in piazza Annunziata. A Loano un gazebo verrà allestito martedì 11, giovedì 13, martedì 18, giovedì 20, martedì 25 e giovedì 27 ottobre alle 9 alle 12 in piazza Italia.

La Polizia Locale Riviera di Ponente ha avviato anche una campagna social orientata al coinvolgimento attivo della cittadinanza nella prevenzione e gestione delle situazioni di rischio, così da migliorare progressivamente i comportamenti di autoprotezione. La qualità dell’informazione e la tempestività dell’allerta non possono prescindere da un sistema di comunicazione che coniughi gli strumenti esistenti con le più moderne tecnologie ICT, con il duplice obiettivo di stimolare l’interesse degli utenti e massimizzare le opportunità di contatto, quindi di accreditarlo come sistema di riferimento tanto in “tempo di pace”, quanto durante le calamità che dovessero verificarsi. Perciò nasce la campagna informativa #prevenireèmegliocherischiare. Data la crescente esigenza di sicurezza nella società di oggi, è necessaria nel cittadino una maggiore consapevolezza sull’importanza delle scelte, anche personali, che devono essere orientate a ridurre la condizione di rischio: perciò è estremamente rilevante la connessione tra comportamenti corretti e mitigazione del rischio, tra scelte precedenti ed effetti successivi.

Nei mesi scorsi i Comuni di Finale Ligure e Loano hanno deciso di aderire al nuovo sistema di preallarme per il rischio idrogeologico sui piccoli bacini messo a punto dall’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente Ligure. Il 28 settembre scorso si è tenuto un incontro formativo volto a presentare le potenzialità ed il funzionamento del sistema in vista dell’utilizzo durante la stagione autunnale/invernale. Il sistema consente “in tempo di pace” un dialogo con Arpal utile ad affinare i modelli previsionali del bacino della propria municipalità. Arpal e Regione hanno messo a disposizione di tutti i Comuni un portale on line al quale, su base volontaria e a seguito di una specifica formazione, il personale addetto potrà accedere: attraverso complessi calcoli matematici, il modello consente di controllare da remoto il livello dell’acqua dei rivi più piccoli che, asciutti nei mesi estivi, spesso provocano danni in caso di forti piogge. Arpal ha già mappato più di 200 torrenti e una selezione di piccoli bacini: per ognuno sono state raccolte e immesse nel portale le informazioni utili a tenere sotto controllo il livello dell’acqua in caso di pioggia, in modo che il singolo comune possa valutare eventuali pericoli e allertare la popolazione.