I savonesi hanno capito l’importanza di vaccinarsi contro il fuoco di S.Antonio

Sono stati moltissimi i sessantacinquenni che lunedì 3 ottobre hanno aderito alla giornata di vaccinazione per l’herpes zooster organizzata presso l’Hub vaccinale del Palacrociere. All’iniziativa sono stati invitati dall’ASL2, tramite apposita lettera, tutte le persone nate nel 1956 e nel 1957.

“Quel giorno si sono presentati 427 cittadini” dichiara la dottoressa Virna Frumento, direttore della S.C. Igiene e Sanità Pubblica di ASL 2. “Ci ha fatto molto piacere registrare un’adesione così alta: è segno che la popolazione ha compreso l’importanza della vaccinazione per proteggersi contro il Fuoco di S. Antonio e dunque anche contro le sue possibili dolorose complicanze”

Il vaccino per l’herpes zooster è gratuito per tutti gli uomini e le donne nati nel 1956 e 1967; per tutte le persone di età superiore ai 50 anni affette da specifiche patologie croniche come il diabete mellito, patologia cardiovascolari, broncopneumopatia cronico ostruttiva (BPCO) e per gli over per gli over 18 immunodepressi, come da Piano nazionale prevenzione vaccinale 2017/2019.

“Alle persone che non sono riuscite ad aderire alla giornata vogliamo ricordare che rimane la possibilità di vaccinarsi rivolgendosi ai centri vaccinali presenti sul territorio.” “I nostri operatori sono a disposizione per fissare loro un appuntamento nella sede più comoda o più vicina” conclude la Dott.ssa Frumento