​Alassio Centolibri – Un Autore per l’Europa: sabato la serata finale

I cinque finalisti sul palco di Piazza Partigiani attenderanno il verdetto della giuria degli italianisti conversando con Neri Marcorè e con il Presidente delle giurie del premio Gian Luigi Beccaria

Nella foto: un momento della riunione finale della Giuria Tecnica

Paolo Colagrande con “Salvarsi a vanvera” (ed Einaudi), Maurizio De Giovanni con “L’equazione del cuore” (ed Mondadori), Luigi Garlando con “L’Album dei Sogni” (ed. Mondadori), Andrej Longo con “Solo la pioggia” (ed. Sellerio) e Titti Marrone con “Se il mio cuore fosse pietra” (ed Feltrinelli): sono questi, in rigoroso ordine alfabetico, i cinque finalisti della 28esima edizione del premio letterario Alassio Centolibri – Un Autore per l’Europa.

Loro sono i cinque autori selezionati dalla Giuria Tecnica presieduta dal Prof. Gian Luigi Beccaria e composta dalla Consigliera incaricata alla Cultura Paola Cassarino e da Luigi Barlocco, Alberto Beniscelli, Francesca Bogliolo, Vittorio Coletti, Roberto Francavilla, e ancora Franco Gallea, Francesco Manzitti, Magda Ravina e da Antonio Ricci.

Nell’ambito del Festival della Cultura, sabato 3 settembre saliranno sul palco di Piazza Partigiani a discorrere dei rispettivi romanzi, condotti da Neri Marcorè. “Si conclude in questa serata – le parole della consigliera Cassarino – il percorso avviato dalla Giuria Tecnica che da un centinaio di romanzi ha compiuto la selezione che ha condotto alla cinquina finale e quella della Giuria degli Italianisti che sabato sera assegneranno, ciascuno un voto ad ogni romanzo. Dalla somma di quei voti scaturirà il vincitore”. 

​”La formula del vincitore annunciato al clou di una serata di un dinamico confronto letterario, inaugurata lo scorso anno, con la conduzione vivace e propositiva di Neri Marcorè – prosegue Cassarino – è piaciuta molto. Si è creato un vero e proprio salotto letterario in cui autori, italianisti si sono confrontati sui rispettivi testi. Neri Marcorè ha avuto la capacità di dare ampio spazio ad ogni protagonista senza che il pathos della serata andasse mai a calare. Siamo felici di ritrovarlo alla conduzione anche di questa nuova edizione del Premio“.

Dopo tanta “fatica” – commenta Gian Luigi Beccaria – si capisce che val la pena leggere, ma non qualsiasi cosa. Credo che il nostro ruolo sia anche quello di consigliare, mostrare che non si legge solo per cercare stimoli per la fantasia. Oggi tutti scrivono, anche chi non lo sa fare. In questo modo, però, si impara a scegliere cosa leggere, a cercare una narrativa valida per andare all’anima delle cose che accadono: ogni anno cerchiamo di fare questo.  Quest’anno la giuria in modo pressoché unanime ha puntato su questi autori: uno scrittore napoletano già affermato, Maurizio De Giovanni, che sa raccontare storie sempre molto articolate; Titti Marrone, un’altra napoletana con un buon romanzo storico, ben documentato. Sempre nel Golfo ad Ischia Andrej Longo ci ha convinto con “Solo la Pioggia”. E’ un autore che ci ha sempre affascinato con il suo linguaggio italo-napoletano, molto musicale. Qui ha cambiato registro con una sorta di piéce teatrale, la storia di tre fratelli legati alla malavita, tra adesioni e rimpianti. Spostandoci dal Golfo di Napoli, andando a Milano, abbiamo trovato Luigi Garlando che intorno alla famiglia Panini, ricostruisce non solo la storia delle figurine, ma di un cinquantennio di storia d’Italia. Quello di Paolo Colagrande è infine un romanzo inventivo, intelligente, ambientato nel ’43, in piena guerra, incentrato su un geniale piano di fuga per la salvezza, di un gruppo di ebrei. Ecco: in cinque titoli una straordinaria varietà di trame e di genere“.

“È stata una stagione densa di importanti eventi culturali – aggiunge il sindaco Marco Melgrati – con il “Premio Alassio Centolibri – Un Autore per l’Europa” e soprattutto con la nuova edizione del Festival della Cultura, di cui il Premio fa parte. Devo ringraziare la Giuria Tecnica, la Biblioteca di Alassio e la Consigliera Cassarino per il grande lavoro che hanno portato avanti, non solo in questa edizione, ma da sempre. La storia del premio ci insegna che i titoli, gli autori che concorrono alla finale, si rivelano sempre best seller di stagione e candidati anche ad altri prestigiosi premi”.
La serata prenderà il via alle 21,00 con l’intrattenimento musicale di Fabio Paxia. In caso di maltempo l’evento si svolgerà presso la Ex Chiesa Anglicana e sarà trasmesso in streaming sulla pagina fb del Comune di Alassio.