Successo per “Allaccia il casco e accendi il cervello” a Loano: oltre 500 ragazzi partecipano al progetto sulla guida sicura e responsabile

Si è conclusa ieri, venerdì 26 agosto, la versione estiva di “Allaccia il casco e accendi il cervello”, il progetto di tutela e promozione della salute rivolto ai ragazzi di età adolescenziale elaborato dal Motoclub Domina con il patrocinio del Comune di Loano, di Marina di Loano, dell’Asl2 Savonese e della Federazione Motociclistica Italiana (Fmi).

Il percorso informativo ha come obiettivo sensibilizzare gli adolescenti rispetto ai rischi conseguenti all’assunzione di alcol e di tutte le sostanze psicotrope in generale; nello specifico, il progetto si propone di evidenziare quanto il consumo di alcolici o stupefacenti possa compromettere in modo importante una guida sicura e responsabile, esponendo il guidatore (e gli altri) a gravi pericoli. Attraverso l’acquisizione delle norme basilari per una guida sicura e consapevole quando si è in sella a ciclomotori o motoveicoli, il progetto “Allaccia il casco e accendi il cervello” sottolinea anche l’importanza di adottare comportamenti atti a garantire la sicurezza propria e degli altri utenti della strada.

Nei giorni 8 e 23 luglio e 6 e 26 agosto dalle 21 alla mezzanotte sul molo Francheville è stato allestito un gazebo informativo presso il quale i ragazzi hanno potuto “cimentarsi” in un percorso che simula la guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti grazie all’utilizzo di occhiali etilometrici certificati (Alcovista) che riproducono le conseguenze dell’uso di alcool o di sostanze psicotrope. Inoltre operatori sanitari del servizio territoriale in servizio presso il Csm di Finale Ligure, di Villa Frascaroli e di Villa Livi, agenti della polizia locale di Loano ed i soci del Motoclub Domina hanno fornito utili informazioni e consigli.

In totale, hanno partecipato all’iniziativa oltre 500 ragazzi, i quali hanno indossato gli occhiali etilometrici e, soprattutto, hanno compilato un questionario anonimo contenente domande sull’autostima. Il test permetterà di estrapolare utili dati che saranno elaborati e presentati nei prossimi giorni.

“Il risultato ottenuto in queste quattro serate estive è stato superiore alle nostre aspettative – affermano il presidente del Motoclub Domina e il vice presidente Davide Carosa – Ringraziamo l’amministrazione loanese, il comando di polizia locale, la Fmi, la dirigenza della Asl Savonese con il dottor Pier Fabrizio Cerro e le dottoresse Maria Grazia Appino e Sabrina Levratto, il consigliere regionale Brunello Brunetto e tutti gli operatori sanitari che ci hanno affiancato in questo nostro progetto. Il percorso informativo rivolto agli adolescenti proseguirà durante l’anno scolastico 2022/2023 e ha già ricevuto il patrocinio di Regione Liguria, di Alisa, dell’Asl2 e del Comune di Loano”.

L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto “Estate Sicura 2022” promosso dall’assessorato e dal comando della polizia locale di Loano. Lo scorso maggio circa 200 studenti del terzo anno dell’istituto Falcone di Loano avevano partecipato alla primissima edizione del progetto.