Sport Up, dal 16 settembre il mese dello sport savonese

Dal 16 al 18 settembre il weekend inaugurale con una grande parata da piazza Sisto ed eventi in 13 luoghi della città. L'assessore Rossello: “Lo sport, patrimonio di Savona da valorizzare sempre di più”

Fortezza Priamar a Savona

Savona, 24 agosto 2022 – 45 società sportive, 35 discipline rappresentate, più di 100 ore di attività in 13 luoghi della città. Sono i numeri della tre-giorni – da venerdì 16 e domenica 18 settembre – che inaugura Sport Up, iniziativa del Comune lunga un mese intero per promuovere lo sport savonese, grande ricchezza del nostro territorio.

“Sarà una manifestazione articolata e importante – ha spiegato l’assessore allo Sport, Francesco Rossello nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento – che si terrà tra il 16 settembre e il 14 ottobre. Hanno aderito tantissime associazioni, i numeri sono sorprendenti e raccontano, come già accade per le iniziative sotto il Priamar, di una città viva e propositiva. Sono convinto che i savonesi verranno coinvolti positivamente dalla manifestazione e non potranno che essere orgogliosi del patrimonio che scopriranno di avere a disposizione”.

L’assessore ha richiamato poi l’importanza dello sport, “grande ricchezza della nostra città di cui spesso non apprezziamo l’importanza dal punto di vista quantitativo e qualitativo. In quest’epoca lo sport costituisce un’ancora per i nostri giovani, a maggior ragione di fronte al rischio di isolamento sociale causato dalla pandemia”.

Sport for life. Il Comune di Savona ha aderito al programma europeo Erasmus Plus ed ha ottenuto il finanziamento del progetto “Sport for Life”, il cui obiettivo generale è quello di promuovere l’inclusione sociale di adolescenti in fascia di età 10-14 anni al fine di prevenire, attraverso lo sport, possibili condizioni di disagio.

In particolare, il Comune di Savona sarà capofila di una partnership con le delegazioni di Obcina Krsko in Slovenia e Junta de Freguesia de Carvalhais in Portogallo. Grazie alla collaborazione con l’Università di Genova-Campus di Savona, verrà presentato un progetto didattico formativo rivolto ad allenatori ed istruttori delle società sportive avente per oggetto il reinserimento dei giovani nell’attività sportiva dopo gli anni di inattività forzata dovuta alla pandemia.

Il programma del weekend inaugurale

La parata. Venerdì 16 settembre dalle ore 16,con partenza e arrivo da piazza Sisto IV, si svolgerà una colorata e festosa parata delle società sportive savonesi per le vie della città. Il corteo, che verrà aperto dalla banda Forzano, simboleggerà il “ritorno alla normalità” e celebrerà lo sport come luogo d’incontro e di crescita per le giovani generazioni.

Il lancio del progetto europeo. Sabato 17 settembre alle 10 alla sala della Sibilla si svolgerà il kick off meeting, la manifestazione di lancio dell’iniziativa Sport for Life, con la presentazione delle delegazioni e delle città partecipanti al progetto e l’illustrazione del corso a cura dell’Università di Genova.

Lo sport in piazza. Sabato 17 e domenica 18 settembre, in 13 tra piazze e strade della città (dal Prolungamento al Porto, dal Brandale a piazza del Popolo, da piazza Pertini a piazza Sisto a via Manzoni), si svolgeranno le esibizioni delle società sportive savonesi che avranno l’obiettivo di promuovere la pratica sportiva come luogo d’aggregazione e i giovani avranno la possibilità di provare le varie discipline. Nei giorni immediatamente antecedenti l’iniziativa verranno comunicati il programma e i numeri. Tuttavia, al momento, ci sono già oltre 45 società sportive coinvolte per un totale di oltre 100 ore di programmazione sportiva totale ed una serie di iniziative collaterali.

Il programma di Sport Up

#MIFIDODITE. Nella giornata di sabato 24 settembre, a partire dalle 11, presso il piazzale Eroe dei due mondi e la spiaggia sottostante, si svolgerà l’iniziativa #Mifidodite – La ricerca ama muoversi che sarà organizzata a cura del Rotary Club Savona in collaborazione con l’Associazione RarePartners.

Il progetto nasce nel 2021 dall’incontro di Alessandro Mennella, ragazzo genovese affetto dalla sindrome di Usher, una malattia rara che si manifesta con sordità dalla nascita ed una progressiva perdita della vista, e RarePartners, realtà non profit che si occupa di malattie rare.

Nel corso della giornata sarà possibile provare diverse discipline sportive (corsa, pallacanestro, calcio, salto in lungo, salto con la corda, nuoto, percorso ad ostacoli) in condizioni di privazione sensoriale.

Inoltre, sempre per quanto riguarda il programma del 24 settembre:

  • dalle 15 alle 17 sarà presente il 7 volte campione del mondo Fabio Incorvaia con la Jet ski Therapy,
  • dalle 17 alle 18 Anna e la sua danza Fit,
  • dalle 18 alle 19 spettacolo di chiusura a cura di SemplicementeDanza

Nel corso dello stesso week end si terrà presso la darsena la 42^ edizione del trofeo medaglia d’argento del Presidente della Repubblica, storico trofeo di canoa kayak organizzato dalla Canottieri Sabazia.

Sportivi savonesi nel mondo.Lo scorso gennaio, l’Amministrazione comunale ha deciso di premiare atleti, tecnici e arbitri savonesi che hanno fatto parte della spedizione italiana alle Olimpiadi di Tokyo. Ogni anno tuttavia, lo sport savonese è rappresentato in competizioni europee e mondiali di tutte le discipline. Solo pochi giorni fa abbiamo di nuovo fatto incetta di medaglie ai campionati europei con il nuoto sincronizzato.

Il prossimo 7 ottobre alle ore 17, presso la sala rossa del Comune, verranno premiati i savonesi che si sono distinti in competizioni intercontinentali come atleti, allenatori e arbitri.

La Consulta dello sport, insediatasi da poco, verrà coinvolta nell’individuazione degli atleti meritevoli di essere premiati.

Capolavori Lecture show di Mauro Berruto. La mattina del 14 ottobre, presso il Teatro Chiabrera di Savona, si svolgerà “Capolavori”, il lecture show di Mauro Berruto, già allenatore della nazionale italiana di pallavolo che ha vinto, fra le altre, la medaglia bronzo ai Giochi Olimpici di Londra 2012. Berretto condurrà il pubblico in un’indagine appassionata alla scoperta di come il gesto dell’allenare sia una pratica quotidiana per mettere insieme persone, trasformarle in squadre e orientarle verso l’obiettivo. Nel corso dello spettacolo Diego Armando Maradona palleggerà con Michelangelo, Jury Chechi sfiderà Yves Klein, Muhammad Ali e Kostantinos Kavafis comporranno poesie, perché atleti, artisti e poeti fanno parte della stessa squadra.