Indirizzi PEC non più validi: la Camera di Commercio avvia la cancellazione d’ufficio

Interessate 1290 imprese delle province di Imperia, La Spezia e Savona

Palazzo Lamba Doria, entrata della Camera di commercio a Savona

La Camera di Commercio Riviere di Liguria ha avviato il procedimento di cancellazione d’ufficio dei domicili digitali (Posta elettronica certificata) dell’impresa non attivi o non validi (revocati, inesistenti, Pec di professionistI).

Fino al 10 settembre 2022, all’Albo camerale e nella pagina dedicata del sito dell’ente www.rivlig.camcom.gov.it/IT/Page/t03/view_html?idp=1836 sono consultabili sia la comunicazione di avvio del procedimento sia l’elenco delle imprese interessate.

La cancellazione riguarda in tutto 1290 indirizzi Pec di imprese (395 della provincia di Imperia, 357 della Spezia, 438 di Savona).

L’operazione – avviata ai sensi dell’art. 16, commi 6 e 6-ter, del D.L. n. 185/2008 e ss.mm.ii. e dell’art. 5, commi 1 e 2, del D.L. n. 179/2012 e ss.mm.ii – è necessaria per adempiere a quanto disposto con Direttiva del 13.07.2015 emanata dal Ministro dello Sviluppo Economico d’intesa con il Ministro della Giustizia che prevede che gli indirizzi Pec non attivi o non validi debbano essere “cancellati” dal Registro delle imprese.

La Camera di Commercio ricorda che l’art. 16 del D.L. 185/2008 e l’art. 5 del D.L. 179/2012 impongono, rispettivamente, alle società e alle imprese individuali, di iscrivere nel Registro delle imprese il proprio domicilio digitale. Si fa presente che l’iscrizione dell’indirizzo Pec è completamente gratuita (esente da bollo e dal pagamento di diritti di segreteria) e il domicilio digitale deve essere riconducibile esclusivamente ed unicamente ad un solo soggetto.

Qualora il domicilio venga riattivato dall’impresa (senza modifiche) non deve essere fatta alcuna comunicazione all’Ufficio in quanto non verrà cancellato. Tutte le informazioni per iscrivere l’indirizzo Pec di un’impresa al link www.rivlig.camcom.gov.it/IT/Page/t02/view_html?idp=1200.