Il concerto di Giangi Sainato chiude “Note tra gli ulivi”

A Tommaso Perazzo il Premio per la Musica Indipendente.

Sabato 20 agosto, nel pittoresco Borgo di Rollo tra Andora e Cervo, ultima serata della rassegna musicale “Note tra gli ulivi”, un classico appuntamento per gli appassionati della musica di qualità.

Rudy Cervetto, direttore artistico della manifestazione e del Louisiana Jazz Club di Genova, così presenta l’artista ospite della serata: “Inquadrare in un genere musicale Giangi Sainato non è possibile. Uno dei più importanti esponenti della musica ligure, allievo del chitarrista di Gaber, Gianni Martini, ha fatto dell’eclettismo la sua nota stilistica. Con un approccio elegante e del tutto personale, nelle sue composizioni riesce a prende per mano il pubblico e lo conduce in un viaggio attraverso la musica sudamericana, il jazz, il flamenco, la classica, unite al “vecchio amore” per il progressive-rock degli anni ’70, usando un personale concetto modale dell’armonia che porta verso suggestioni mediterranee”.

E in merito al sodalizio tra il Borgo di Rollo e il “Lousiana”, il più antico jazz club d’Italia, aggiunge: “Siamo molto soddisfatti di questa collaborazione con l’Associazione Antico Borgo di Rollo. In questo modo il Lousiana ad agosto porta la sua musica a Ponente, con una manifestazione che ha il grande merito di proporre artisti di assoluto rilievo ad un pubblico attento in una cornice davvero particolare, dato che a Rollo si crea una magia che difficilmente si riscontra in altre situazioni. Voglio segnalare inoltre che quest’anno il Premio per la Musica Indipendente di Note tra gli Ulivi, patrocinato dalla Presidenza della Regione Liguria, dopo Paolo Bonfanti, Rudy Rotta, Claudio Capurro, Carlo Aonzo, Dado Moroni, tutti nomi importanti della musica italiana, va a Tommaso Perazzo, il talentuoso giovane pianista jazz che si è imposto in importanti concorsi internazionali. Dopo aver conseguito il diploma Bachelor ad Amsterdam, ha ottenuto una borsa di studio presso la Manhattan School of Music di New York. Col suo trio ha ottenuto tra l’altro il Primo Premio al Barga Jazz Contest, ed è stato selezionato per le audizioni presso l’”Herbie Hancock Institute of Jazz” di Los Angeles, confrontandosi con artisti del calibro di Herbie Hancock, Wayne Shorter e Ambrose Akinmusire tra gli altri”.

Una serata che non mancherà di soddisfare il pubblico più esigente in questo piccolo borgo sul promontorio che divide Andora da Cervo, noto per la sua posizione panoramica. Un’ambientazione particolare, circondati dagli ulivi, un’opportunità non solo artistica ma anche di riscoperta gastronomica: l’area ristoro permette infatti di conoscere una selezione di piatti tipici della tradizione ligure cucinati con ingredienti locali. Una ghiotta occasione per scoprire panfritto, cundiun, pan bagnà, torte verdi, frittelle di mele ed altre tipicità del Ponente Ligure.

La serata è ad ingresso libero, con apertura dell’area ristoro dalle 19.30 e concerto alle 21.30.