Interventi per oltre 1,4 milioni di euro su edifici di edilizia residenziale pubblica in provincia di Savona

Una serie di interventi messi in campo da ARTE Savona per riqualificare quattro edifici di Edilizia Residenziale Pubblica in provincia di Savona, per un investimento complessivo di 1,4 milioni di euro. Gli immobili interessati sono situati ad Albenga, Vado Ligure, Celle Ligure e Quiliano.

Ad Albenga sono terminati i lavori di riqualificazione dell’edificio di via Fiume 20, un condominio di interesse storico, composto da 9 alloggi, di cui due in fase di ristrutturazione. Grazie ad un investimento di 412 mila euro, Arte Savona ha effettuato i lavori di rifacimento delle facciate, il ripristino dei serramenti per l’efficientamento energetico ed il rifacimento della copertura.

A Celle ligure sono in via di svolgimento i lavori di efficientamento energetico, rifacimento facciate e rifacimento della copertura dell’edificio sull’immobile di Edilizia residenziale Pubblica in via Sandra, 73. La classe energetica dell’immobile migliorerà dall’attuale e classe G alla futura classe A2 – C. I lavori prevendono un investimento totale di euro 350 mila. La fine dei lavori è prevista per ottobre 2022.

A Quiliano in via Valletta Rossa, 6 è stato effettuato un investimento di 340.000,00 euro per la riqualificazione ed efficientamento energetico della palazzina, composta da 12 alloggi. Grazie a questi interventi l’edificio passerà da una classe energetica G ad una classe B. La fine lavori è prevista entro novembre 2022.

Questi interventi si vanno ad aggiungere a quelli già effettuati sull’edificio E.R.P. di Vado Ligure in via Piave 252, in cui sono stati investiti euro 307,881,00. La classe energetica prima dei lavori era la G, successivamente è migliorata in A2-C.

L’assessore regionale all’edilizia sociale: “Un tassello dell’importante progetto di riqualificazione del patrimonio di Edilizia Residenziale Pubblica che stiamo realizzando come Regione Liguria, grazie al lavoro delle quattro ARTE del territorio. Il nostro impegno è costante per assicurare agli affittuari alloggi più confortevoli e ridurre i consumi delle utenze, che incidono notevolmente su redditi più bassi. In particolare, in questo periodo di crisi economica ed aumento delle utenze, è fondamentale aiutare le fasce più deboli. Nessuno deve rimanere indietro”.