FestivAlContrario : le giullarate di Mauro Pirovano, la creatività per i piccoli e un concerto di… zucche

Sta per aprirsi il weekend di Ferragosto e con lui l’ultimo intenso weekend del FestivAlContrario prima degli eventi di chiusura. Il 13 e 14 agosto sarà una due giorni ricchissima per il festival che da luglio anima Castelvecchio di Rocca Barbena, Erli e Zuccarello con numerosi eventi culturali e momenti alla scoperta della natura e delle bellezza della Val Neva.

Il Festival riserva numerosi momenti ai bambini, e così sarà ancora sabato 13 agosto con Natura in stampa, il laboratorio aperto ai piccoli dai 6 anni in su che a Castelvecchio di Rocca Barbena vedrà protagonista Marcella Manganaro di Per Inciso. Durante il workshop si potrà stampare con il monotipo e giocare con colori, forme e elementi botanici per creare e stampare su stoffa e carta. Foglie e i fiori dopo essere stati raccolti e pressati, verranno stampati con cura a mano e con l’uso di un torchio calcografico. Si potranno imparare i nomi delle erbe, scoprirne i profumi e sporcarsi le mani con rulli e inchiostri. Al termine sarà possibile portare a casa le proprie stampe che potranno diventare biglietti o quadretti da appendere.

Sabato 13 agosto sarà la serata di Cucurbita Sapiens Orchestra: alle 21.15 a Zuccarello, in piazza dell’Oratorio, prenderà vita un concerto per… zucche. La “Cucurbita Sapiens Orchestra” è un progetto di musica e narrazione che nasce con la mostra cucurbita sapiens, un’esposizione di 150 oggetti realizzati con la zucca lagenaria, ripercorrendo il rapporto tra l’uomo e questo frutto originario dell’Africa. La cucurbita lagenaria è un tipo di zucca che ha scarso valore alimentare, ma ha la particolarità di seccare e diventare dura e legnosa: galleggia, contiene, suona e risuona, per questo ha avuto un ruolo importante nell’evoluzione culturale di tutta l’umanità. L’evento è realizzato con il supporto di Icose S.p.A.

Domenica 14 agosto alle 21.15 ancora una serata di spettacolo a Castelvecchio di Rocca Barbena: con l’attore Mauro Pirovano accompagnato da Marco Cambri alla voce e chitarra nella sua ironica Stondaiata a Castelvecchio, ispirata alle antiche giullarate. Il festival 2022 chiude simbolicamente e allegramente con una “stondaiata”, cioè una passeggiata in forma di racconto teatrale, pensata appositamente per il borgo e per la popolazione di Castelvecchio. Racconti inframezzati o accompagnati da musica e canzoni si susseguono in forma colloquiale con il pubblico. Da un’idea di Mauro Pirovano, in collaborazione con Teatro dell’Ortica.

Biglietti online o in loco, previa verifica della disponibilità dei posti scrivendo a info@festivalcontrario.com tel e whatsapp 351 686 5815. Il programma di FestivAlContrario vedrà ancora due momenti importanti il 18 e 23 agosto.