Albenga punta sulla messa in sicurezza idrogeologica del territorio

Albenga punta sulla messa in sicurezza idrogeologica del territorio e investe 310 mila euro dell’avanzo nella manutenzione straordinaria di rii e canali ponendo una particolare attenzione sul Centa, sull’Antognano e sul Carenda.

Affermano il sindaco Riccardo Tomatis e l’assessore al bilancio Silvia Pelosi: “Di fronte all’emergenza Covid e all’aumento dei costi dei servizi e dell’elettricità, molti comuni hanno avuto difficoltà a chiudere bilancio, per questo era necessario portare avanti una politica prudenziale che ci ha permesso di non generale situazioni di pericolo di dissesto per il nostro Ente e di conservare risorse che oggi abbiamo deciso di investire su un tema sul quale, come Amministrazione, abbiamo sempre puntato: la sicurezza idrogeologica del nostro territorio”.

“La piana di Albenga è tanto bella quanto, purtroppo, fragile e soggetta a fenomeni alluvionali e di erosione della costa. Dopo il progetto moli, che va a occuparsi proprio di quest’ultimo aspetto, e i numerosi interventi manutentivi fatti negli anni su rii e canali (oltre che opere strutturali come quelle effettuate su Fasceo e Carenda), abbiamo deciso di destinare 310 mila euro per la pulizia di un tratto consistente del fiume Centa e dei rii Antognano e Carenda.
Non solo, infatti altri 170 mila euro saranno utilizzati per il rifacimento dei gabbioni sull’argine sinistro del Centa. Tale intervento funzionale alla realizzazione della pista ciclabile (finanziata con i fondi PNRR per una somma di 600mila euro) servirà anche a proteggere gli argini del Centa”.

Advertisements

“Altro tema che sta molto a cuore all’Amministrazione e sul quale abbiamo sempre investito è quello della messa in sicurezza e dell’adeguamento dei nostri edifici scolastici. In particolare abbiamo destinato 125 mila euro per adeguamento antincendio delle scuole di Campochiesa.
Saranno investiti poi 130 mila euro per il rifacimento dei marciapiedi di via Trieste (abbiamo già affidato i lavori per via Trento e per viale Martiri) e successivamente interventi similari saranno effettuati anche in altre zone della città”.

“Altre risorse saranno stanziate poi per la messa in sicurezza e manutenzione di edifici comunali e su altre voci di capitolo. Saranno stanziati inoltre 350 mila euro per il rifacimento asfalti di via Papa Giovanni attraverso i fondi provenienti dalla vendita della Casa dei quadrupedi e, sempre da tale vendita altri 100 mila euro per gli impianti sportivi a cominciare dal rifacimento della pavimentazione della palestra di Leca.”