Fake news, guerra, crisi economica e Covid: cinque giorni di approfondimento al West Coast Meeting Loano

Cambia il nome, ma non la sostanza: è in programma dal 6 al 10 luglio la settima edizione del PreMeeting di Loano, la manifestazione promossa dall’associazione Cara Beltà e dal Banco di Solidarietà San Francesco Maria da Camporosso “Padre Santo” di Loano con la collaborazione del Meeting di Comunione e Liberazione di Rimini. L’iniziativa, che come di consueto si svolgerà a Marina di Loano, quest’anno assume la denominazione di “West Coast Meeting Loano” e, come sempre, è promossa con il contributo dell’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano, della Marina di Loano, di Regione Liguria e della Fondazione De Mari.

L’edizione di quest’anno prende le mosse da una citazione di Don Giussani: “La realtà non mi ha mai tradito”. La disinformazione che diffonde bugie e veleni “credibili” per confondere l’opinione pubblica (soprattutto in tempo di guerra, ma anche in tempo di pace ci sono state e ci sono vere agenzie specializzate in menzogne) è sempre esistita, ma certo al tempo dei social il problema è esploso in maniera esponenziale. Se poi consideriamo la lunga stagione di pandemia che abbiamo vissuto (e cje ancora non abbiamo superato) e quella di una guerra alle nostre porte, ecco che la situazione si aggrava ulteriormente. E ad aggravarsi è anche il contesto economico, a cominciare dal mercato del lavoro in Italia per arrivare a quello degli scambi commerciali tra Oriente e Occidente. In questo scenario è sempre più difficile affrontare la realtà, perché il mondo è più complesso e le relazioni più difficili; rapporti che a volte sembrano “impossibili”. Tecnologia e consumismo consentono alternative alla realtà, ma queste, alla fine, non soddisfano pienamente l’uomo. Dentro di noi c’è una spinta a conoscere e a realizzarsi che può trovare soddisfazione solo in un rapporto sincero con la realtà.

Su questi e altri temi ci si interrogherà, al “West Coast Meeting Loano 2022”, che come sempre vedrà la partecipazione di ospiti di caratura internazionale provenienti da vari ambiti: politica, educazione, cultura, malattia e lavoro.

Il sindaco di Loano Luca Lettieri e l’assessore a turismo, cultura e sport Enrica Rocca commentano: “Quest’anno il PreMeeting di Loano cambia nome, ma non la sostanza: nei suoi cinque giorni di incontri e appuntamenti, quella che è ormai una delle manifestazioni di punta dell’estate di Loano e della Liguria offrirà tanti utili spunti di riflessione per analizzare la realtà che ci circonda. I temi, come sempre, sono quelli offerti dalla nostra contemporaneità: il Covid, ovviamente, ma anche la guerra in Ucraina, la crisi economica (anche conseguente al conflitto) e le fake news che circolano e riguardano questi ed altri avvenimenti. Per approfondire questi temi ci saranno, come di consueto, tanti ospiti di primissimo livello, ciascuno dei quali porterà il proprio importante contributo. Insomma, ancora una volta grazie al West Coast Meeting Loano l’estate loanese si qualifica non solo come una stagione ricca di divertimento e relax ma anche come il momento per riflettere sulla nostra società e sulla direzione che sta prendendo. Ma non solo: il West Coast Meeting Loano è a tutti gli effetti un ‘evento di destinazione’ che con il suo nome e la sua pervasività contribuisce a valorizzare l’immagine della nostra città. L’edizione dello scorso anno è stata seguita da duecentomila persone: basta questa cifra a far comprendere il potenziale ‘promozionale’ di una manifestazione come questa”.

Gli eventi si potranno seguire dal vivo (con ingressi limitati, prenotando al 329.2106016) e in streaming su www.carabelta.it.