TPL Linea, guardie giurate sui bus: aumentano i controlli, le sanzioni e la sicurezza percepita

TPL Linea - Interno nuovo autobus

Non si ferma l’azione di TPL Linea per “viaggiare in sicurezza” sui bus di linea del trasporto pubblico locale: questo con riferimento alle aggressioni contro autisti, personali viaggiante e a garanzia dell’utenza che vede nei mesi estivi un flusso maggiore e critico su alcune linee e località turistiche.

Ieri l’annuncio dell’accordo con la Questura per controlli nella città di Savona, fino al via ufficiale al nuovo servizio di vigilanza privata a seguito del bando promosso dall’azienda di trasporto savonese.

Prosegue con ottimi risultati la collaborazione avviata con le polizie municipali di Savona, Finale Ligure e Loano: azioni mirate sui bus in circolazione e alle fermate, a supporto dello stesso personale di TPL Linea impegnato nelle verifiche sui titoli di viaggio e nel contrasto all’evasione dei trasgressori.

Per la prevenzione di episodi violenti e criticità anche il dispositivo per le chiamate di emergenza per gli autisti e il personale viaggiante, senza contare gli impianti di videosorveglianza a bordo dei nuovi bus dell’azienda savonese, dotati anche di paratie a protezione dell’autista alla guida.

Infine, a completare le iniziative aziendali messe in campo, la dotazione delle body cam per il personale TPL, ovvero telecamere portatili per accertare eventuali responsabilità durante verifiche e o accertamenti, un deterrente nei confronti di malintenzionati.

A breve partirà anche la vigilanza privata con la conclusione dell’iter procedurale avviato con la gara: il servizio di assistenza al personale di TPL Linea, personale di guida e personale di verifica dei titoli di viaggio, sarà effettuato con almeno una coppia di operatori, in divisa con a disposizione una autopattuglia geolocalizzata e un radio-collegamento con la propria centrale operativa.

Le guardie giurate saranno sia a bordo degli autobus quanto alle prossimità delle fermate, il tutto nell’ambito di un costante coordinamento con i responsabili di TPL Linea e le stesse forze dell’ordine impegnate sul territorio e maggiormente vicine in caso di necessità.

“Crediamo che, a seguito di alcuni accadimenti e fatti di cronaca contro il nostro personale, abbiamo fin da subito sviluppato un concreto piano di azione, in sinergia con tutti i soggetti pubblici e istituzionali in grado di operare assieme alla nostra azienda per garantire massima sicurezza nel trasporto pubblico locale” affermano la presidente di TPL Linea Simona Sacone e il direttore generale Giovanni Ferrari Barusso.

“Ora siamo quasi pronti a partire con il servizio di vigilanza privata e personale che sarà in servizio sul nostro parco mezzi così come alle fermate: l’obiettivo è quello di aumentare il livello di sicurezza percepito e prevenire ogni possibile problema”.

“Quanto previsto per la sicurezza sui nostri bus rappresenta una strumentazione operativa essenziale per il nostro personale adibito alle verifiche dei titoli di viaggio: dall’inizio di questa vera e propria campagna, i numeri sulle sanzioni amministrative così come gli esiti dei controlli delle polizie locali, dimostrano i risultati ottenuti”.

“Infine, aspetto altrettanto importante, la formazione: autisti, personale e addetti di TPL Linea, tramite le sinergie avviate e l’attivazione di un ciclo di incontri specifici, hanno e avranno ancora la possibilità di un aggiornamento professionale sulla sicurezza nel settore dei trasporti e conoscere tecniche, forme e modalità di intervento in casi di emergenza” concludono.